Quantcast
Cronaca

Cyberbullismo contro un 14enne: «Sei un fallito, ammazzati»

pol_post_niccoli

di Barbara Farnetani

GROSSETO – Era stato preso di mira dai compagni di classe che lo tormentavano da tempo con messaggi sui social network, sull’web e whatsapp. «Sei un fallito, chi ti credi di essere, ammazzati» messaggi spesso vocali, registrati quando i tre o quattro bulletti si riunivano a casa di uno di loro e decidevano di tormentare il compagno di classe, “reo” di essere più riservato e timido degli altri.

Una presa in giro continua spesso davanti ad altri compagni, senza che nessuno si ribellasse o prendesse le sue parti. Sino a quando i genitpori del ragazzino di 14 anni non si sono accorti che qualcosa non andava e hanno messo alle strette il figlio che si è confidato con loro. Il padre e la madre si sono subito rivolti alla Polizia postale. Gli agenti hanno iniziato le indagini incastrando i 4 bulletti, tutti compagni di classe del ragazzino che frequenta la prima superiore di un istituto cittadino.

«Siamo intervenuti prontamente, prima che le cose degenerassero» ha affermato il dirigente della Polizia postale Stefano Nicooli. I genitori della vittima si sono incontrati con quelli degli aguzzini e la cosa è prontamente rientrata, hanno parlato e deciso di rimettere la querela.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI