Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

603 osservazioni contro il Piano del paesaggio. Forza Italia chiede la revoca. «Blocca la Toscana»

Più informazioni su

GROSSETO – Quella di Forza Italia è una bocciatura completa. Il piano del paesaggio, voluto dall’attuale giunta, e “sponsorizzato” dal presidente Enrico Rossi, «deve essere revocato». La richiesta arriva dal gruppo azzurro in consiglio regionale, che in questi giorni è impegnato a girare tutta la Toscana e ribadire la propria contrarietà al piano.

Anche a Grosseto Forza Italia ha incontrato imprenditore e associazioni di categoria del mondo economico e in Maremma insieme al coordinatore provinciale Luca Agresti, al consigliere regionale Alessandro Antichi, all’onorevole Monica Faenzi, sono arrivati anche il presidente del gruppo regionale Giovanni Santini e il coordinatore toscano Massimo Parisi.  «In totale sono state presentate 603 osservazioni al piano – ha spiegato Santini – a dimostrazione di come i territori abbiano di fatto giudicato inadeguato questo nuovo strumento della regione».

Un documento di 3.300 pagine che secondo Santini bloccherà la Toscana ingessandola con una serie di limiti e vincoli. «Rischiamo che per i prossimi 20 anni – ha aggiunto Santini – la nostra regione rimanga ferma e immobili, condannata da questo piano del paesaggio».

Soltanto in provincia di Grosseto le osservazioni presentate sono 36: di queste 16 sono state avanzate dai comuni, 6 da associazioni o ordini professionali e il resto da soggetti privati. «Come consigliere regionale – ha detto Antichi – mi farò promotore di tutte le osservazioni di carattere istituzionale. Anche di quelle che provengono dai comuni governati dal centrosinistra. Mi metterò a disposizione per seguire i lavori a partire dalle commissioni».

Anche per Antichi il piano del paesaggio è da rigettare. «È un documento che non può essere migliorato, neanche modificandolo, deve essere ripensato, da capo. Per questo ne chiediamo la revoca. Si riparta da zero e soprattutto dal confronto con i territori che è stato snobbato. Tutta l discussione si è limitata a due giorni di incontri. Serve concertazione più ampia».

E Forza Italia è pronta anche a passare dalle parole ai fatti. Per Massimo Parisi il partito è pronto anche a fare ostruzione pur di far cambiare idea a giunta e presidente. «Sul piano bisogna tornare indietro: l’unica strada da percorrere è quella della revoca».

All’incontro erano presenti oltre ai rappresentanti di Confartigianato, Cna e Confagricoltura anche Giovanni Lamioni, presidente della Camera di Commercio di Grosseto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.