Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cene d’autore: lo chef Umberto Amato e lo scrittore Gualtiero Della Monaca

Più informazioni su

ORBETELLO – Proseguono le “Cene d’autore” al Centro degustazione de “I Pescatori di Orbetello”. Venerdì 28 novembre, alle 20, un nuovo appuntamento tra letteratura e cibo con lo chef Umberto Amato e lo scrittore Gualtiero Della Monaca, autore del libro “Il caso Lattes. Chi ha assassinato il sindaco di Monte Argentario?” edizione Effigi. Titolo della serata: “A cena alla locanda Lambardi, allo Sconcione”. Il menù prevede come antipasto bruschetta, ficamaschia e cardarello. Il primo sarà un piatto gustosissimo: il risotto con le femminelle, che sono i granchi di Laguna. Per secondo “Madonna mi si è bruciato il cefalo con uva Moscato. Infine lo stinco di morto per dolce. Ad esaltare i sapori dei piatti i vini dell’azienda Poggio Argentiera. La serata ha un costo di 25 euro a persona. È necessaria la prenotazione al numero 0564 860611

Umberto Amato, chef e sommelier professionista, si occupa di cucina dal 1975 nel suo ristorante La Fontanina a Porto Santo Stefano (Gr). E’ uno dei più convinti sostenitori della filiera corta: cucina rigorosamente con i prodotti locali, molti dei quali provengono direttamente dal terreno intorno al ristorante, dove ha realizzato l’orto, il frutteto l’uliveto e il giardino delle erbe aromatiche. Ama cucinare il pesce e predilige i sapori semplici della tradizione, perché sono netti e riconoscibili.

Il libro. Il Caso Lattes di Gualtiero Della Monaca, edizioni Effigi, è un romanzo storico a tinte gialle, basato su un fatto veramente accaduto a Porto Santo Stefano la notte tra venerdì 1 e sabato 2 giugno 1906: la morte violenta del sindaco di Monte Argentario Azzaria Lattes, ucciso a colpi di pistola davanti alla sua abitazione in Via dello Sconcione. Siamo di fronte ad un efferato omicidio o al tragico epilogo di una situazione dai risvolti drammatici, legata alla vita personale del primo cittadino del promontorio? Il commissario capo Alberto Ginanneschi della polizia di Grosseto indaga. Invenzione e realtà si intrecciano intorno alla morte di un personaggio pubblico tra affari e misteri ancora da risolvere.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.