Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rivoluzione Sagre: a Gavorrano cambia tutto. Si passa da oltre 90 a 68 giorni. TUTTE LE REGOLE

GAVORRANO – Il consiglio comunale di Gavorrano ha approvato questa mattina il nuovo regolamento sulle sagre e sulle manifestazioni ricorrenti. Una vera “mini” rivoluzione pensata e costruita con un lungo percorso di concertazione che ha portato allo stesso tavolo associazioni di categoria, ristoratori, associazioni del territorio e amministrazione comunale.

Il regolamento va ad incidere in particolar modo sulla riduzione dei giorni previsti per le sagre: da circa una novantina, perlopiù concentrati nel periodo estivo, a 68. Giorni che sono stati divisi in due e assegnati a due zone diverse del comune: 34 nella zona nord (Gavorrano, Bagno e Filare) e 34 nel resto del comune (Caldana, Ravi, Giuncarico, Bivio Ravi, Potassa, Grilli, Castellaccia e Casteani).

Ma il regolamento non si limita a porre un freno al periodo di giorni di sagre, ma anche alla durata delle singole manifestazioni, 8 giorni, e alla specificità dei prodotti che vengono promossi attraverso la sagra. In pratica, come spiega l’assessore alle attività produttive Daniele Tonini che insieme agli uffici del comune ha seguito da vicino l’iter del regolamento, «non si potrà fare la sagra dei tortelli, degli gnocchi, dei funghi e del tartufo, ma bisognerà concentrarsi al massimo su due prodotti tipici del territorio». Regole previste anche per quanto riguarda la somministrazione del vino che dovrà essere soltanto vino di qualità (Docg, Doc, Dop e Igt) con produzione proveniente dalla provincia di Grosseto.

Per quanto riguarda il rispetto dell’ambiente sono state inserite anche due prescrizioni importanti: l’obbligo di fare raccolta differenziata dai rifiuti prodotti nell’ambito delle sagre (carta, plastica, vetro) e l’utilizzo di stoviglie riutilizzabili (ad esempio i tradizionali piatti o bicchieri di vetro) o in caso contrario di piatti, posate e bicchieri di materiale biodegradabile.

Il regolamento si applica a tutte le manifestazioni dove ci sia somministrazione di cibo. Restano escluse le iniziative di un solo giorno o quelle dove ad esempio si servono soltanto panini.

Per consultare il regolamento ecco tutto il documento completo: LINK.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.