Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Inverno musicale classico: a Grosseto torna la rassegna con ospiti internazionali

Più informazioni su

GROSSETO – Inizia domenica 23 novembre alle 21 alla sala contrattazioni della Camera di commercio in via Cairoli a Grosseto la terza rassegna “Inverno musicale classico”, all’insegna della grande musica, di giovani musicisti internazionali e dell’arte. Ad esibirsi un duo davvero fuori dall’ordinario, quale quello formato dal trombettista tedesco Oliver Lakota e dal pianista toscano Matteo Andreini che proporrà, con due strumenti così lontani e così complementari allo stesso tempo, un programma dedicato al virtuosismo nella musica ottocentesca, con composizioni di Arban, Liszt, Thalberg e Hartmann. Aria e fuoco. Impeto e passione. In occasione del concerto la stessa sala ospiterà una mostra straordinaria di “Altorilievi e Pannelli” in resina e cartone dell’artista Stefano Mosna di Milano, che, per la loro particolarità, faranno da pendant all’originale proposta musicale della serata.

Sabato 17 gennaio poi la rassegna brinderà al nuovo anno con uno omaggio ai valzer viennesi, polke e marce della famiglia Strauss con brani di Johann junior, Joseph e Johann senior sotto le mani esperte del duo pianistico formato da Roberto Metro ed Elvira Foti. Sabato 24 gennaio poi un gustoso e colorito giro attraverso la musica del mondo “a bordo” delle chitarre di Roberto Salerno e Marcello Cappellani, membri del Duo chitarristico di Siracusa. Un itinerario nel tempo e nello spazio che prevederà musiche di Vivaldi, Boccherini, Granados, De Falla, Gnattali e Monti. Anche in questa occasione un evento straordinario, quale la presentazione della linea di articoli di alto artigianato “Profumo di Maremma” di I love Maremma, farà da cornice all’evento musicale.

L’ultimo concerto poi, sabato 31 gennaio, sarà tutto dedicato al clarinetto con il Duo formato dal clarinettista Irvin Venys e dal pianista Ivo Kahanek. I due giovani interpreti cèchi (docente di clarinetto all’Università di Praga il primo, solista con i Berliner Philarmoniker sotto la guida di Simon Rattle il secondo) presenteranno un programma mitteleuropeo con una prima parte dedicata al repertorio francese di Andrè Messager e Claude Debussy, seguita poi da una seconda parte tutta dedicata ai maggiori musicisti della musica cèca del Novecento, quali Bohuslav Martinü e Leo Janáček. Anche quest’anno la rassegna vede la partecipazione organizzativa, oltre che degli Amici del Quartetto, anche della Società corale “Puccini” di Grosseto sotto l’egida dell’assessorato alla Cultura del Comune di Grosseto e della Camera di commercio. L’ingresso è a offerta, con un contributo minimo di 5 euro, e il ricavato andrà a finanziare le attività culturali dell’associazione. Infoline: 333.9905662 – amiquart@gmail.com

Il concerto di domenica: tutto quello che c’è da sapere – Oliver Lakota si è diplomato al Conservatorio “Bruckner” di Linz ed ha completato i suoi studi alla “Hochschule für Künste” di Brema, svolgendo successivamente un’intensa attività concertistica in Messico ed in tutta Europa (Italia, Francia, Austria, Spagna, Germania, Romania e Serbia).

Matteo Andreini ha iniziato giovanissimo lo studio del pianoforte e si è diplomato al Conservatorio “S. Cecilia” di Roma. Vincitore di primi premi in vari concorsi pianistici, da anni ha intrapreso la carriera concertistica suonando per importanti associazioni in diverse città italiane ed all’estero. È docente di pianoforte all’Istituto Musicale di Grosseto ed è collaboratore pianistico del Conservatorio “C. Monteverdi” di Bolzano.

Stefano Mosna, fotografo ed esperto di comunicazione visiva, ha realizzato immagini per campagne pubblicitarie nazionali ed internazionali. Dal 2008 ha abbandonato la pubblicità, dedicandosi alla decorazione e alla produzione di pannelli in cartone e resina realizzati con materiale di recupero o riciclato. Il concerto inizia alle ore 21 e la mostra è visitabile già a partire dalle ore 18.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.