Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie D: Gavorrano in trasferta con Nofri in panchina, ma senza Zizzari

Più informazioni su

GAVORRANO – Si respira aria diversa in casa Gavorrano. L’arrivo di mister Nofri Onofri, un risultato almeno lo ha già ottenuto. Quello di riportare un clima, più disteso, in un ambiente che almeno nelle ultime settimane era andato in fibrillazione per tanti motivi, a partire da quello più importante che riguarda i risultati e la non ottima posizione in classifica dei maremmani. Il neo tecnico del Gavorrano ha preso subito in mano la squadra e il primo giorno del suo arrivo in Maremma, si è chiuso nello spogliatoio e ha parlato a lungo con i giocatori. Un faccia a faccia che è servito immediatamente per mettere in chiaro le cose. Capire cosa vuole mister Nofri dalla sua squadra e quanto i giocatori erano disposti a dare di più di quello che avevano fatto vedere fino ad oggi. Nofri ha anche voluto provare la tenuta atletica dei ragazzi, aumentando gli allenamento con doppie sedute mattino e pomeriggio, mercoledì e giovedì, sotto la pioggia e con il manto erboso del Malservisi Matteini reso pesante dalle precipitazioni. Non ci sarà Zizzari. L’espulsione di domenica scorsa per proteste è costata cara all’attaccante rossoblu, punito dal giudice sportivo con due giornate di stop. Mancheranno Abibi, ancora in Portogallo con la nazionale under 19, Fasano e Zaccaria indisponibili, così come Cretella e lo stesso Aiazzi che ha ripreso ad allenarsi anche se in maniera leggera.

«Le prime impressione sono positive – commenta mister Nofri alla vigilia della difficile gara con la Virtus Flaminia -. I ragazzi vengono da tre sconfitte consecutive, ma hanno fatto vedere essere disponibili a lavorare e a sacrificarsi. Dovrò lavorare molto sulla organizzazione della squadra sia a livello di gioco, che mentale. Dobbiamo fare punti e per farlo dobbiamo essere più pratici e a volte meno belli, cercando di giocare a calcio come sappiamo fare. In questo momento non hai scelta, ti devi adeguare agli avversari e tutti si devono mettere a disposizione della squadra, sacrificandosi anche a cambiare ruolo. Ho parlato con i ragazzi e hanno voglia di tirarsi fuori prima possibile dai bassi fondi della classifica. Atleticamente, ho travato la squadra che sta bene e pronta a rispondere alle mie sollecitazioni». Sul modulo il mister non si sbilancia «Dobbiamo ottimizzare. Al di la del modulo con cui giocheremo che è importante, ma non determinante, dovremo essere bravi bravi a sapere coprire bene ogni parte il campo sia in possesso e non possesso di palla, cercando di adattarci all’avversario».

L’ultimo pensiero è per l’avversario di questo turno: «La Virtus Flaminia gioca bene e conosco i suoi giocatori e il potenziale offensivo di cui dispone che è importante. Ha realizzato diciannove gol e ne ha subiti venti. Ha giocatori in grado di metterti in grande difficoltà, sopratutto in casa. I nostri avversari, non ci regaleranno niente» Arbitra Fabio Pasciuta di Ascoli.  Questi i giocatori convocati da mister Nofri per la gara Virtus Flaminia – Gavorrano di domenica 16 novembre 2014, stadio “T. Madami”, ore 14,30

Portieri: Musetti, Capuano
Difensori: Carminucci, Colorno, Sciannamè, Silvestri, Capone,
Centrocampisti: Giordano, Guitto, Mattia, Periccioli, Costanzo, Ferreira, Cagneschi, Zaccariello
Attaccanti: Lombardi, Tarantino, Arcamone, Mastroberti, Scozzafava

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.