Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il giallista Marco Vichi a Massa Marittima per presentare “I fantasmi del passato”

Più informazioni su

MASSA MARITTIMA – Gli appuntamenti culturali del Comune di Massa Marittima in novembre proseguono con i “Fantasmi del passato” di Marco Vichi, sabato 15 novembre alle 17,30 in Biblioteca Comunale, Complesso delle Clarisse. Un incontro con il noto autore, giallista fiorentino di successo, che parlerà del suo nuovo libro sul commissario Bordelli. Ad accompagnare il romanziere ci saranno le letture interpretate dall’attore Lorenzo Degl’Innocenti, già stato a Massa Marittima lo scorso anno per la presentazione della pubblicazione “Decameron 2013” curata sempre da Vichi. Colonna sonora a sorpresa per l’evento.

Marco Vichi:
nato a Firenze nel 1957, oggi vive nel Chianti.
È autore di racconti, testi teatrali e romanzi, tra cui quelli della fortunata serie del commissario Bordelli. Vichi ha scritto anche sceneggiature per la radio (si ricordi Le Cento Lire, trasmissione di Rai Radio Tre dedicata all’arte in carcere). Ha tenuto laboratori di scrittura creativa in varie città e all’Università di Firenze.
Il suo primo romanzo è L’inquilino, edito da Guanda, nel 1999 (di questo romanzo Vichi ha scritto una sceneggiatura insieme all’amico Antonio Leotti). Nel 2002, con Il Commissario Bordelli, ha fatto la sua prima apparizione il commissario protagonista di una serie di polizieschi ambientati nella Firenze degli anni sessanta. Nel 2004 ha vinto il Premio Fedeli con “Il nuovo venuto”. Ha anche allestito spettacoli teatrali e curato sceneggiature televisive, tenuto laboratori di scrittura in diverse città italiane e presso l’Università di Firenze. Nel 2009 vince il Premio Scerbanenco con il romanzo “Morte a Firenze”. Nel 2013 si piazza secondo al Premio Chiara con la raccolta Racconti neri. Nel 2014 è stato insignito del Premio delle Arti “Fiorentini nel Mondo” 2013 per le Arti Letterarie. I suoi romanzi sono stati tradotti in varie lingue; tra questi si ricordano Una brutta faccenda. Un’indagine del commissario Bordelli (Guanda, 2003), Il nuovo venuto. Un’indagine del commissario Bordelli (Guanda, 2004), Il brigante (Guanda, 2006), Nero di luna (Guanda, 2007), Per nessun motivo (Rizzoli, 2008), Morte a Firenze. Un’indagine del commissario Bordelli (Guanda, 2009), Un tipo tranquillo (Guanda, 2010), La forza del destino (Guanda, 2011), La vendetta (Guanda, 2012), Il contratto (Guanda, 2012),Racconti neri (Guanda, 2013), Fantasmi del passato. Un’indagine del commissario Bordelli(Guanda, 2014).

Lorenzo Degl’Innocenti:
dopo il diploma di recitazione conseguito a Firenze segue i corsi della Colli di Bologna e come borsista entra alla scuola del Teatro Stabile di Genova. Inizia la sua carriera accanto al regista e drammaturgo Oreste Pelagatti che lo chiama a far parte dalla sua compagnia presso il Teatro di Cestello di Firenze.Di questo periodo una delle sue più applaudite interpretazioni, nelle vesti di Remo nella riduzione teatrale del romanzo “Sorelle Materassi”, di Aldo Palazzeschi, in cui ha recitato accanto a Wanda Pasquini e Mara Perini. Lo spettacolo ha debuttato nell’aprile 1998 e ha visto successive tournée e riprese fino al 2006. Tra le produzioni teatrali che lo hanno visto protagonista “Il mercante di Venezia” di Shakespeare (2000), diretto e interpretato da Giorgio Albertazzi, con Lucrezia Lante della Rovere, Ecuba (2003) con Irene Papas, “Cirano” di e con Anna Mazzamauro (2003), “Passato prossimo e futuro anteriore”, liberamente tratto dai racconti di Primo Levi (2007). Ha collaborato e collabora a progetti artistici con Franco di Francescantonio, Arnoldo Foà, Giorgio Albertazzi, Lella Costa. Nel 2005 vince un David di Donatello e un Nastro d’Argento assieme al regista Stefano Viali per il cortometraggio “Lotta Libera”. Per la Televisione partecipa a Fiction quali “Il Capitano”, “Don Pappagallo” e “Le ragazze di San Frediano”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.