Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Premi Panathlon: il trofeo al Grosseto Baseball. Ecco l’elenco dei premiati

GROSSETO – Si è riunita la Commissione Giudicatrice per l’assegnazione del Trofeo e Premi Panathlon 2014. La Commissione è composta da Armando Fommei, presidente del Club, Franco Ferretti, addetto stampa del Club e dal consigliere Andrea Malentacchi, oltre che dai giornalisti Franco Esposito, Pierluigi Sposato (Il Tirreno), Andrea Capitani (La Nazione), Francesca Ciardiello (TV 9) e Lorenzo Falconi (IlGiunco.net) come designati dal Comitato Direttivo. La commissione ha così deciso e con le seguenti motivazioni:

TROFEO PANATHLON 2014 – Enegan Grosseto Baseball: Con la conquista del titolo di campione d’Italia serie A Federale è riuscita a conseguire un doppio prestigioso risultato sportivo e sociale. Società rinata dalla ceneri della BBC Grosseto, vincitrice di scudetti, una Coppa Campioni e una Coppa Cers, nel corso della trionfale annata ha coinvolto la città, restituendola all’amore per il baseball e riportando questa disciplina sportiva e lei stessa al centro dell’attenzione di Grosseto sportiva.

PREMIO IMPRESA DELL’ANNO 2014 -Massimo Mariotti: Gloria cittadina e mondiale dell’hockey pista, in campo europeo ha realizzato un’autentica, entusiasmante impresa: la conquista del titolo di campione d’Europa 2014, ad Alcobendas, in Spagna, alla guida della nazionale italiana. Un risultato di prestigio assoluto, doppiamente brillante perché inatteso, non pronosticato alla vigilia della manifestazione e ottenuto con i crismi e i connotati del trionfo. Selezionatore e allenatore dell’Italia da lui motivata, che si è lasciata alla spalle Spagna e Portogallo, autentiche potenze mondiali dell’hockey pista.

PREMI DI MERITO – Andrea Bartolini: Ha vinto tutto in qualità di atleta e oggi di tecnico e allenatore della Gao Brinella di Orbetello. La più grande e importante società italiana di nuoto, pinnato presieduta da Orietta Modestini. Versatile campione di passione sportiva, è a sua volta un inesauribile produttore di campioni, a dispetto anche alla mancanza di una piscina. Risulta problematico elencare i risultati ottenuti da questo raro esempio di sportivo super impegnato.
Azzurra Falciani: Esponente di spicco del pattinaggio Artistico a rotelle della Polisportiva Barbanella, si è distinta quest’anno in competizioni a livello nazionale. Il momento più alto dell’annata l’ha raggiunto al campionato italiano indetto dalla Federazione Italia Hockey e Pattinaggio classificandosi al 1° posto nella categoria Divisione Nazionale D Federale nella specialità esercizio libero tenutosi a Roccaraso nel luglio 2014.
Alessia Ranucci: Quattordici anni, maremmana di Castel del Piano, ottimo profitto scolastico presso il Comprensivo Vannini-Lazzaretti. Giovane sportiva eclettica, medaglia d’oro nell’atletica leggera, staffetta e salto in alto, al Trofeo Amiata 2013/2014, e pluricampionessa alla fase provinciale del campionato di pallamano. Un gran bell’esempio di comportamento e di rendimento in campo scolastico e in quello sportivo.
Gruppo Sportivo Vigili del Fuoco “M. Boni”: In campo nazionale ha fatto incetta di titoli e di medaglie, ma acquisiscono i risultati conseguiti in campo internazionale ai campionati del mondo di Montpelier e in Svizzera con i suoi atleti Simona Prognat e Renzo Vestri, che ha conquistato la medaglia d’oro ai mondiali Mountain Bike.

PREMI SPECIALI – Nicole Lunghi: Orbetellana della Gao Brinella, diciassette anni compiuti da poco. Campionessa italiana di nuoto pinnato, è la nuotatrice italiana più veloce di sempre a livello di juniores terza categoria cinquanta metri in monopinna. Una giovane splendida razziatrice di titoli italiani: Otto nel 2014. Nazionale ai campionati europei e mondiali, medaglia d’argento in staffetta alla rassegna continentale 2014.
Matteo Maggio: Tredici anni, grossetano del Circolo Pattinatori Grosseto, sicura promessa dell’hockey italiano. Proprietario di mezzi fisici eccezionali, un metro e ottanta per novanta chili, è un appassionato stakanovista di questo sport. Puntuale e assiduo agli allenamenti, sempre presente. Talento di spessore, ha già disputato una finale scudetto under 13.
Andrea Musumeci: In bicicletta, sulla strada, con il sole e il freddo, con il vento e con la pioggia, lui c’è sempre. È un incorruttibile e incontenibile innamorato del ciclismo e della bici. Ex professionista, gareggia sulle lunghe distanze sempre con il sorriso sulla labbra. Un campione della fatica e un asceta del sacrificio. Ha conseguito piazzamenti di tutto rispetto in gare di rilevanza nazionale, prove che richiedono un notevole impegno atletico: sesto su 12 mila alla Nove Colli, 48° su 4500 partecipanti allo Sportfull Dolomiti Race, 72° su 4200 partenti all’Oetzaler Radmarathon.

PREMIO FAIR PLAY – Associazione Skeep: Nobilita il concetto di fair play con il quotidiano impegno a favore dei disabili. Ne promuove l’attività sportiva, sostenendo in maniera appassionata e qualificante l’integrazione attraverso il supporto dei suoi splendidi volontari. È presenza ormai insostituibile per tutti, proprio tutti, i diversamente abili desiderosi di fare sport. E provvede alla loro piena totale integrazione partecipando agli eventi sportivi della nostra provincia. È per definizione un’associazione dal cuore grande che si apre per aiutare i disabili. Nel fare suo questo meraviglioso concetto, il Panathlon Grosseto, grato e riconoscente, gli conferisce il Pemio Fair Play 2014.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.