Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Contro i tagli alle Province domani i lavoratori in corteo di fronte alla Prefettura

Più informazioni su

GROSSETO – Le Rsu di Cgil Cisl e Uil funzione pubblica hanno proclamato, per domani, lo stato di agitazione. «La situazione finanziaria delle Province rischia il non mantenimento del patto di stabilità, con il possibile “dissesto finanziario” già dal 2015. Mentre anche ANCI e Regioni chiedono al Governo di ridurre i tagli previsti dalla legge di stabilità per le Province, il Governo lascia trasparire una chiara volontà a proseguire per la sua strada di “annientamento” delle Province, a dispetto della Legge “Delrio”, da lui stesso emanata. Quello che deve essere chiaro, è che “annichilire” le Province, significa “azzerare” i servizi che queste erogano alla comunità provinciale, servizi che ricadranno, inesorabilmente, sui Comuni. E questo, senza contare le immediate conseguenze sui 56 mila lavoratori a livello Nazionale delle Province (quasi 500 nella sola Provincia di Grosseto)».

Per questo, domani, giorno dell’insediamento dell’osservatorio regionale per l’applicazione della Legge “Delrio”, è stato proclamato, da CGIL CISL UIL regionali FP, lo stato di agitazione contro i tagli delle risorse per le Province Italiane, è stata indetta da parte dalle organizzazioni sindacali territoriali e rappresentative dei lavoratori, una iniziativa sindacale unitaria a Grosseto, che si terrà alle ore 9.00 mediante un’assemblea dei lavoratori della Provincia, a cui seguirà un corteo fino alla Prefettura ed un presidio davanti ad essa».

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.