Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuova Solmine, la Uiltec: «Fare chiarezza per cittadini e lavoratori»

SCARLINO – Si è svolta l’annuale giornata informativa tra Nuova Solmine, rappresentata dai massimi vertici aziendali, la Rsudi Scarlino e le organizzazioni sindacali provinciali. L’azienda ha illustrato, anche attraverso la consegna di documenti, l’andamento economico che ha visto, anche se l’auspicata ripresa del mercato tarda a arrivare, mantenere tutti gli impegni presi, garantire i livelli occupazionali e gli investimenti previsti. «Ci conforta prendere atto che le maggiori risorse sono state utilizzate per la sicurezza degli impianti e l’abbattimento degli inquinanti atmosferici – precisa Walter Bardelloni della Uiltec Toscana -. Malgrado l’Azienda si adoperi, per garantire e rispettare i limiti di legge, si lamenta dei continui attacchi, da parte di personaggi, talvolta anche con responsabilità istituzionali, che, forse in maniera superficiale, non si rendono conto di quali effetti potrebbero provocare per l’economia del territorio e soprattutto sull’occupazione».

«A nostro avviso, questo territorio, gravato da un crisi che pare senza uscita dove la disoccupazione sta raggiungendo livelli incredibili, ha bisogno di percorsi virtuosi, di investimenti, di certezze e non può permettersi il lusso di minare quei pochi posti di lavoro che ancora ci sono – aggiunge Bardelloni -. La Uiltec, presente al tavolo, ha espresso soddisfazione per la positività delle informazioni ricevute, interesse per i progetti di sviluppo e di salvaguardia dell’occupazione. Dovremmo però parlare ed agire con maggiore responsabilità, quella che manca a taluni soggetti. Per questo, valutando sia le contraddizioni che si registrano in alcuni documenti sia su come si fanno gli accertamenti, permetteteci di avere fondate perplessità».

«Se tutto questo fosse solo demagogia, o peggio ancora si tentasse di sfruttare certe situazioni per mera propaganda personale, a danno delle aziende e soprattutto del lavoro e dei lavoratori, chiediamo una forte presa di posizione congiunta, aziende, sindacati e istituzioni per fare la necessaria chiarezza ed informare i cittadini. Per questo abbiamo proposto un tavolo pubblico congiunto con sindacati, aziende e istituzioni per affrontare nel merito questa situazione – conclude Bardelloni -. La Uiltec si farà promotrice, meglio se insieme alle altre sigle sindacali, di interventi tesi a fare chiarezza nell’esclusivo interesse dei cittadini, per tutelare, nel pieno rispetto dell’ambiente e del territorio, il lavoro ed i lavoratori».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.