Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Cemivet se ne va, Bonifazi «Perché colpire la città? Il Governo risponda»

Più informazioni su

GROSSETO – «Al Ce.Mi.Vet sono in corso movimenti che sembrano preannunciare il suo trasferimento a Montelibretti, in provincia di Roma». A parlare è il sindaco di Grosseto, Emilio Bonifazi, che precisa: «Intendo nuovamente esprimere la mia ferma contrarietà ad una scelta che considero sbagliata e ingiustificata sotto ogni punto di vista, sia dal punto di vista del territorio che da quello economico, vista la spesa che il trasloco comporterebbe alle casse dello Stato e l’abbandono in loco di attrezzature costose e di strutture veterinarie all’avanguardia».

«L’ho scritto come sindaco in una lettera alla Presidenza del Consiglio e al Ministero della Difesa del maggio scorso, l’ho confermato in occasione di successivi miei interventi sugli organi di stampa, l’ho ribadito pubblicamente al Ministro Pinotti in occasione della sua recente e gradita visita ad alcune strutture militari cittadine, tra le quali lo stesso Ce.Mi.Vet, e l’ho scritto nuovamente in una lettera inviata in queste ore – prosegue Bonifazi -. Ho ringraziato il Ministro per la sua visita ma, allo stato, non ho ricevuto alcuna risposta su questo trasferimento che sembra stia per iniziare. La preoccupazione di chi lavora e opera in quella struttura di eccellenza, che fa parte da decenni della stessa identità del territorio maremmano che rappresento, è alta e non posso accettare in silenzio decisioni tanto incomprensibili. Non c’è un solo motivo che giustifichi lo spostamento del centro veterinario in Provincia di Roma. Che senso ha buttare soldi pubblici, abbandonare strutture costose e avanzate e colpire questa città? Voglio risposte e chiedo a questo punto l’intervento del Presidente del Consiglio».

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.