Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Più 30% di fatturato. Bilancio positivo al porto di Scarlino che resterà aperto anche d’inverno

Più informazioni su

di Barbara Farnetani

SCARLINO – Più stranieri molti dei quali dal Belgio. È stato questo l’utente tipo per l’estate appena trascorsa al Porto di Scarlino. Se nel 2013 gli appartamenti erano stati occupati da italiani e stranieri in egual misura, quest’anno un buon 70% dei 6 mila turisti è venuto dall’estero. «Nonostante il brutto tempo – afferma Leonardo Pagni, presidente Promomar – e il contesto economico la stagione è stata positiva».

«Abbiamo avuto occupato il 75% dei posti barca – ricorda Matteo Monterumici amministratore delegato di Marina management – in linea con lo scorso anno a parte una piccola variazione tra barche grandi e medie con un aumento delle seconde sulle prime. Abbiamo unito porto e cantiere unificando i fornitori e affidando il dragaggio ad una ditta locale. Cosa che faremo sempre più spesso quella di servirci di ditte locali, così che il porto sia occasione di crescita economica per tutto il territorio. Con l’escavo il fondale sarà in grado di ospitare barche con pescaggio fino a 4 metri e 15. stiamo per ottenere la certificazione ambientale e il prossimo anno la chiederemo anche per il cantiere. A maggio poi porteremo il mondiale di vela swan 60 che interesserà tutto il territorio».

Per quanto riguarda gli appartamenti, spiega Massimiliano perversi ad di Baia di Scarlino, «Abbiamo puntato molto sulla clientela straniera. Siamo andati a cercare un nuovo mercato. Il nostro è un turismo fatto da famiglie, che si ferma una o due settimane e a cui offriamo tutta una serie di servizi a livello locale. Scelte mirate che ci hanno permesso un incremento del 20% rispetto al 2013 cosa che ha avuto una ricaduta positiva sulla ristorazione e più in generale sulla galleria. A luglio abbiamo avuto l’80% delle presenze, ad agosto il 90, e a settembre il 60%: il fatturato è salito del 30%. Tanto che abbiamo deciso di non chiudere per l’inverno. Questo week-end abbiamo delle prenotazioni visto il bel tempoe e ne abbiamo altre per capodanno. Inoltre a Natale torneranno i mercatini, il 13-14 e 20-21 dicembre e contiamo che la stagione riparta presto visto come è posizionata la Pasqua. L’obiettivo è che questa diventi una destinazione turistica questo territorio ha tante potenzialità e speriamo che altre styrutture ricettive riescano ad allinearsi a questo nostro percorso»

«Il porto – conclude Marcello Stella sindaco di Scarlino – è sempre stato importante per noi e ci permette di diversificare l’offerta turistica. Gli aspetti positivi emersi indicano segnali di risveglio. Dobbiamo ancora risolvere alcune questioni, come la viabilità; abbiamo effettuato i carotaggi per il progetto esecutivo in modo di andare presto a gara per questa opera importantissima per il porto. Per quanto riguarda la Fiumara i danni provocati dalla scorsa alluvione sono stati ingenti e a breve inizieranno i lavori. Il cantiere è già aperto ma sino ad ora ci si è occupati della pulizia e dello smaltimento. Per quanto riguarda invece i dipendenti la riorganizzazione è stata superata con i contratti di solidarietà e mi auguro di arrivare presto ad una soluzione per garantire i lavoratori perché il turismo è importante ma il porto deve essere anche un’occasione occupazionale per questo territorio».

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.