Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sport e ambiente: il mare a scuola. 150 studenti coinvolti in attività Sup

Più informazioni su

GROSSETO – Combinare lo sport con la salvaguardia ambientale e la promozione sociale, mettendo a sistema opportunità territoriali, progetti ed iniziative per la creazione di un NETWORK di soggetti in grado di valorizzare il Territorio naturale della Maremma attraverso lo sport ed in particolare le attività in acqua. Questo l’obiettivo principale del protocollo siglato tra l’Associazione Terramare ASD, la Lega Acquaviva UISP Nazionale e la nota azienda leader nella produzione di tavole da SUP, SURF, vele e Kite RRD (Roberto Ricci Designs). Il protocollo di Intesa definisce la collaborazione attiva tra i soggetti firmatari per lo sviluppo del progetto “Sport-Ambiente Outdoor” nell’ambito dell’intero territorio provinciale comprese le aree marine, la rete fluviale della provincia di Grosseto, Il Parco Regionale della Maremma e le Riserve Naturali. Le iniziative organizzate nell’ambito del progetto avranno inoltre come obiettivo quello di una migliore fruizione delle aree stesse e la valorizzazione delle economie locali legate al territorio naturale quali agriturismi, aziende agricole, operatori turistici, etc.

La prima iniziativa messa in campo è “SPORT-AMBIENTE: IL MARE NELLA SCUOLA (2014/2015)” con il coinvolgimento diretto delle classi seconde della scuola media G.B. Vico dell’Istituto Comprensivo V di Grosseto. «Circa 150 studenti, che si aggiungono ai 350 dello scorso anno – spiega Maurizio Zaccherotti, presidente Associazione Terramare ASD – sono coinvolti in attività di SUP (Stand Up Paddel) dal 16 ottobre scorso a Marina di Grosseto, con l’obbiettivo specifico di avvicinare sempre di più i nostri ragazzi all’ecosistema mare e alle discipline sportive legate ad esso, affinché sviluppino una nuova passione e una nuova visione del loro territorio e della risorsa mare».

Le attività proposte da Terramare si svolgono direttamente all’aperto, con una parte a terra relativa alla cronopulizia della spiaggia e una parte a mare con il SUP cominciando con fornire alcuni nozioni fondamentali come portare la tavola in acqua; la pagaiata, come sedersi sulla tavola e di conseguenza come stare in piedi sulla tavola da SUP, naturalmente tutto ciò in completa sicurezza. In sostanza si coniuga rispetto e tutela ambientale con la promozione di una disciplina sportiva sempre più in crescendo come quella del SUP. Non a caso a maggio 2015 l’Associazione Terramare organizzerà la III° edizione del Corso di formazione per Istruttori Base SURF-SUP UISP, che fino ad oggi ha abilitato a livello nazionale 8 istruttori in tutta la Provincia di Grosseto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.