Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Amianto una storia operaia” ecco la nuova edizione con un capitolo in più

Più informazioni su

MASSA MARITTIMA – Una storia nostalgica e dolce, divertente e drammatica.  E’ la pubblicazione dello scrittore toscano Alberto Prunetti che venerdì 24 ottobre alle 17,30 sarà alla Biblioteca Comunale di Massa Marittima per un incontro pubblico. L’autore parlerà del suo ultimo libro “Amianto. Una storia operaia” che dopo il successo della prima edizione è stato quest’anno nuovamente editato da Edizioni Alegre, con due novità: un capitolo inedito e un dialogo a tre fra l’autore, lo scrittore Wu Ming 1 dell’omonimo gruppo e Girolamo De Michele.

Nel romanzo Prunetti racconta la storia del padre Renato, che lavorò come operaio sin da giovanissimo tra le acciaierie di Piombino e quelle di Taranto, tra le raffinerie liguri e gli stabilimenti di Casale Monferrato. Lavori che gli costarono una grave malattia causata dall’Amianto, da cui non si riprese. Così il figlio, vissuto tra Piombino e i dintorni, ricorda un’epoca popolare di vita operaia, di aneddoti toscani in un’atmosfera ironica e calda e invita poi tutti alla riflessione su un tema, che si presenta purtroppo, ancora attuale. L’evento è organizzato dalla Biblioteca comunale di Massa Marittima, nell’ambito della più ampia manifestazione “Ottobre in Biblioteca 2014”, in collaborazione con la cooperativa Tesauro e rientra nel calendario dell’Università dell’Età Libera.

Alberto Prunetti è nato a Piombino nel 1973 ed ha vissuto nei dintorni. Ha scritto Potassa (2003), L’arte della fuga (2005) e Il fioraio di Perón (2009). Ha collaborato con “Il manifesto” e “A-Rivista” ed è redattore di “Carmilla online”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.