Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cantieri per l’alluvione: Bonifazi vuole lo “sblocco” del Patto di stabilità

Più informazioni su

GROSSETO – «La sospensione delle tasse per tutti coloro che sono stati colpiti dall’evento calamitoso è una buona notizia. Lo è nel merito e nei tempi. In questi casi, infatti, conta molto anche la rapidità con cui si prendono decisioni di sostegno alle popolazioni duramente colpite nelle cose, ma anche nelle prospettive di vita». Così il presidente della provincia Emilio Bonifazi interviene rivolgendosi a regione e a governo e chiedendo lo sblocco del patto di stabilità per far fronte agli investimenti necessari a mettere in sicurezza il territorio.

«Non bisogna fermarci, non bisogna pensare di avere già compiuto un atto esaustivo. Lo dico al Governo, presente nei luoghi dell’alluvione con il sottosegretario, lo dico alla Regione Toscana, al presidente Enrico Rossi e all’assessore Bramerini che sono costantemente sul territorio».

«Alla sospensiva delle tasse è necessario con la stessa rapidità accompagnare interventi manutentivi del territorio. Non solo dal punto di vista idrologico. Alla ripresa economica servono, innazitutto, strade efficienti in cui possano transitare in sicurezza merci e turisti. E’ così che le istituzioni possono ridare fiducia a chi rischia di perderla».

«Gli Enti locali sono bloccati, con poche risorse e con il Patto di stabilità che limnita quelle che possiedono. La Provincia chiede alla Regione e allo Stato che ci autorizzino rapidamente, subito, a sistemare quello che la furia delle acque ha distrutto non tenendo conto dei vincoli assurdi del Patto. Comuni e Provincia stanno già facendo la loro parte, ma oggi hanno le mani legate da vincoli ragionieristici. Le nostre comunità hanno bisogno di risposte, ora».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.