Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Assemblea Pd all’Argentario «No ai personalismi. Cambiamo politica»

Più informazioni su

MONTE ARGENTARIO – «Una nuova linea politica, che vada oltre i personalismi, trovi soluzioni ai tanti problemi tralasciati dall’attuale amministrazione e sia in grado di presentare nuove idee per il rilancio del nostro territorio». È la linea emersa dall’assemblea del Parttito democratico di Monte Argentario. «Con le pressioni personalistiche dei consiglieri dissidenti del Pd di questa primavera il partito ha rischiato di perdere di vista il suo principale obbiettivo – prosegue il Pd -: ascoltare i problemi dei cittadini e cercare di rappresentarli in consiglio comunale. Tale comportamento, da noi non condiviso, è stato giudicato negativamente anche dai garanti provinciali che ne hanno decretato l’espulsione».

«Il Pd non può essere uno strumento da utilizzare per i propri scopi personali, per alimentare diatribe in provincia al fine di ottenere qualche favore – si legge ancora nella nota -. I cittadini sono stufi di questo tipo di politica. Il nostro partito deve essere, invece, il punto di riferimento per la gente, ed è certo che nel nostro comune resta l’unico in grado di far valere le istanze del territorio nella filiera politica regionale. A tal proposito, nei prossimi mesi, porteremo all’attenzione dei nostri referenti in Regione le principali problematiche locali attraverso una serie di incontri tematici sul territorio per affrontare, anche se dall’opposizione, quelle questioni di cui oggi il nostro Sindaco sembra non occuparsi più».

«In questi anni non si è visto nessun interesse per creare nuova occupazione né individuare progetti per l’edilizia popolare, abbiamo avuto un assessorato al turismo inesistente e una scarsa attenzione per il sociale. Ci lascia poi interdetti il fatto che alle ultime dichiarazioni sul Porto del Valle del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, partito con cui il sindaco condivide la poltrona in Provincia, non sia seguita una pronta replica da parte della nostra amministrazione. Tale dichiarazione rischia di rallentare l’iter di uno strumento importantissimo che, oltre a risolvere le problematiche dei pontili create da Cerulli – conclude il Pd -, creerà un forte sviluppo nel nostro territorio».

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.