Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Primo giorno per la nuova Provincia. «La priorità è il patto di stabilità» – FOTO e VIDEO foto

Più informazioni su

[youtube=https://www.youtube.com/watch?v=F9tF3xPQK1o&w=600]

di Daniele Reali

GROSSETO – Un presidente e dieci consiglieri. Si è insediata oggi la nuova amministrazione provinciale ufficialmente a lavoro da oggi dopo la proclamazione degli eletti nella prima seduta del consiglio.
«La nostra priorità, per il momento, – ha spiegato Emilio Bonifazi – è rispettare il patto di stabilità e per questo nei prossimi giorni valuteremo tutte le scelte da fare anche rispetto agli investimenti programmati».

E tra i primi impegni dei nuovi amministratori di Palazzo Aldobraneschi c’è anche la definizione del nuovo statuto della provincia. Una “carta” che dovrà essere approvata, come prevede la legge Delrio, entro il 31 dicembre prossimo. Per quanto riguarda lo statuto, «sarà un lavoro complesso» ha detto Bonifazi: «ci dovremo muovere tra il testo unico degli enti locali e la legge Delrio»
In questa fase le funzioni di presidente del consiglio saranno assolte dal presidente della provincia. Per il momento non è prevista neanche la nomina di capigruppo.

«Cercheremo di coinvolgere tutti i territori – ha detto Bonifazi durante il suo primo intervento da presidente in consiglio – per cercare di rendere partecipi tutti i comuni delle scelte della provincia. L’obiettivo è quello di ottimizzare l’utilizzo delle risorse in ambito di aerea vasta e rispetto ai singoli comuni. La provincia è un ente importante, ha 490 dipendenti e noi dovremmo metterla al servizio di tutta la Maremma».

Una seduta formale quella di oggi che però non ha evitato ai temi di attualità di entrare nella discussione. Tra questi anche l’alluvione che la settimana scorsa ha interessato la zona sud della Maremma. «Abbiamo registrato circa sei milioni di euro solo per le strade» ha spiegato Bonifazi che poi ha chiesto all’aula di osservare un minuto di silenzio per le due vittime che hanno perso la vita lo scorso martedì 14 ottobre el comune di Manciano.

Su questo tema è intervento anche il sindaco di Manciano Marco Galli, neo consigliere provinciale della lista Pd. «Voglio ringraziare il presidente e i tecnici della provincia per quello che hanno fatto in quei giorni di ddifocltà. Chiedo a tutti, a questa nuova amministrazione, un riconosicmento e un aiuto per il territorio. Se non arriverà qulache risorsa, non saprò come fare a togliere i disagi ai miei cittadini».
Tra gli interventi hanno portato il loro contributo in questa prima gironata di lavori Enzo Turbanti, Ezio Puggelli, Arturo Cerulli (Centrodestra per la Maremma) e Pietro Migliaccio e Federico Balocchi.
«Dobbiamo far sì che venga modificato il patto di stabilità – ha detto Cerulli -: i comuni che possono spendere lo debbono fare. È un’assurdità bloccare possibili investimenti».

Critico invece l’intervento di Turbanti. «Questa elezioni non ci sono piaciute, ma visto che in democrazia si partecipa noi adesso siamo qui. Come minoranza saremo leali anche se non mancheranno le nostre critiche».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.