Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sms contro spaccio e bullismo. In Maremma arriva il nuovo servizio di segnalazione

GROSSETO – Un semplice Sms per contattare direttamente le forze dell’ordine e richiederne l’intervento. Il nuovo servizio partirà a breve anche in Maremma ed è stato presentato questa mattina durante la riunione, coordinata del prefetto Anna Maria Manzone, del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza che ha visto la partecipazione dei vertici delle forze dell’ordine, del procuratore della repubblica Francesco Verusio, del presidente del tribunale di Grosseto Michele Addimandi, dei rappresentanti e dell’Asl dell’Ufficio scolastico regionale di Grosseto.

La nuova iniziativa, legata alla recente direttiva del ministero dell’Interno, ha l’obbiettivo di rafforzare le misure di contrasto ello spaccio di sostanze stupefacenti e degli atti di bullismo negli istituti scolastici.

Per il servizio sms sarà attivato un numero dedicato per favorire il contributo dei cittadini attraverso una delle tecnologie moderne più conosciute e più utilizzate.

La nuova linea, che a breve diventerà operativa e che sarà presto presentata ufficialmente, sarà un numero “verde” e quindi gratuito e consentirà di ricevere via sms e gestire in forma protetta le segnalazioni (anche prive di identificativo di chiamata) relative a situazioni o episodi di spaccio e bullismo sul territorio. All’arrivo delle segnalazioni corrisponderà poi l’intervento delle forze di polizia.

Per ottimizzare l’efficacia della risposta verrà adottato il criterio attraverso il quale lo smistamento degli eventuali “SMS” avverrà dirottando quelli provenienti dal territorio provinciale al comando dei Carabinieri e quelli provenienti dal territorio del comune di Grosseto direttamente alla

forza di Polizia al momento operativa nel luogo della chiamata, secondo le modalità di intervento previste nel piano coordinato di controllo del territorio.

«Il servizio – spiegano dalla prefettura – consentirà di sviluppare iniziative di prevenzione più mirate, attraverso il coinvolgimento di tutti gli interlocutori istituzionali del territorio».

Dall’incontro di oggi è stato confermato l’impegno di tutti i soggetti coinvolti contro i fenomeni del bullismo e dello spaccio di stupefacenti fra gli studenti, con l’obiettivo di accrescere la prevenzione nei confronti dei reati contro i minori e per la piena garanzia di un diritto allo studio da esercitare in condizioni di serenità e sicurezza.

Una collaborazione tra istituzioni e forze dell’ordine che di articolerà in una serie di iniziative come campagne pubblicitarie mirate nelle scuole, monitoraggio e l’analisi dei dati raccolti attraverso gli sms.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.