Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Contro il jobs act Sel scende in piazza a fianco della Cgil

Più informazioni su

GROSSETO – «Il jobs act è un guscio vuoto, che dietro a slogan sul superamento della precarietà, nasconde vecchie ricette della destra liberista, come la redistribuzione dei diritti al ribasso, che porterà ad un abbattimento delle tutele (vedi l’abolizione di fatto dell’art.18), e in una seconda fase all’abbassamento del livello salariale, attraverso varie forme di demansionamento e contrattazione decentrata, e il depotenziamento del contratto nazionale di lavoro». Con queste parole Marco Sabatini, coordinatore provinciale Sel, spiega l’adesione «alla grande manifestazione nazionale promossa dalla CGIL che si terrà a Roma il 25 ottobre», invitando «tutti i suoi militanti, iscritti, simpatizzanti ed elettori a partecipare».

«Nel jobs act non c’è niente di nuovo, la “sinistra” renziana farà ciò che non è riuscito alla destra, infatti l’abolizione dell’art.18 è un vecchio cavallo di battaglia della destra tecnocrate e liberista – continua Sabatini -. Il risultato finale è la sconfitta di un’idea di società, basata sulla valorizzazione delle libertà nei luoghi di lavoro, attraverso l’emancipazione dei lavoratori costruita in anni di conquiste spesso pagate a caro prezzo».

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.