Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Turismo, Favilli: «Non si possono organizzare eventi senza coinvolgere le guide»

Più informazioni su

GROSSETO – CoolT, bel progetto ma «le guide turistiche e ambientali non sono state coinvolte».  A parlare è Fabiola Favilli, Presidente ConfGuide Grosseto.  Favilli critica la manifestazione voluta dalla Regione Toscana per allungare la stagione turistica. Si tratta, afferma «di un’iniziativa meritoria, volta a valorizzare la cultura durante l’autunno» ma «le figure professionali deputate a diffondere e valorizzare la cultura in ambito turistico, cioè le guide turistiche e le ambientali, non sono state minimamente né informate né coinvolte nelle iniziative. Questo né a livello regionale, come è emerso dalla riunione di ConfGuide Toscana svoltasi lunedì 6 a Firenze, né a livello locale, in cui nessuna amministrazione comunale ha pensato di mettere in connessione il patrimonio culturale con chi basa la propria attività professionale proprio su di esso».

Si tratta di «una serie di eventi che nascono direttamente sui territori, proposte dagli stessi amministratori locali con il fine di valorizzare ciò che c’è di meglio e di nuovo in ogni provincia – prosegue Favilli che parla di – rammarico ma non rassegnazione da parte delle guide, che vedono passare anno dopo anno senza essere parte del sistema di promozione turistica, di cui a buon titolo dovrebbero essere l’ingranaggio principale. La professionalità, l’esperienza, nonché la sensibilità e la capacità comunicativa delle guide dovrebbero essere infatti percepite come un patrimonio per il territorio, un veicolo indispensabile tra i beni culturali ed ambientali e chi ne fruisce, un moltiplicatore di informazioni e un mezzo per attrarre flussi turistici; purtroppo finora gli amministratori non hanno tenuto in considerazione le nostre figure professionali, spesso ignorando il nostro ruolo e le proposte che talvolta da noi sono state fatte. Ci auguriamo che una maggiore consapevolezza da parte degli enti locali porti ad una fruttuosa collaborazione e che finalmente potremo non sentirci scollegati da chi ci amministra».

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.