Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

#ElezioniProvincia: tra schede colorate e possibili franchi tiratori. Domenica si vota a Grosseto

di Sabino Zuppa

GROSSETO – Il colore delle schede elettorali sarà un grande ed unica fonte di preoccupazione per i franchi tiratori alle prossime elezioni provinciali di domenica 12 ottobre. Tutti i Comuni della Provincia saranno suddivisi in cinque raggruppamenti colorati di schede, verde, arancione, rosso, celeste e grigio-nero che saranno gli osservati speciali di coloro che rappresenteranno i partiti politici delle tre liste agli scrutini dove, in definitiva, conti e colori dovranno tornare in base ai frenetici accordi che si stanno prendendo in questi giorni.

Grosseto avrà il verde, e per il peso specifico che avranno i voti dei suoi consiglieri saranno le osservate speciali perché, ove cadranno, riusciranno ad avvantaggiare candidati di altre zone della Provincia.

Ma gli occhi saranno puntati anche sugli altri, a partire dalla scheda rossa di Orbetello, Monte Argentario e Follonica che interesserà molti, a partire da Arturo Cerulli della lista di destra per arrivare ai rappresentanti della lista di Sinistra Grossetana che potrebbero anche trovare estimatori illustri in Maremma del sud.

Molti dei voti dell’ex Pdl dovrebbero finire invece a nord, mentre curioso sarà poi vedere dove finiranno i voti arancioni, con Capalbio al suo interno e con vari altri Comuni delle colline della montagna come Arcidosso e Castel del Piano. Manciano avrebbe il nero, e per il suo sindaco candidato Marco Galli ci dovranno essere schede con il suo nome di vari colori, oltre il suo, per raggiungere il quorum. Le schede celesti riguarderanno Roccalbegna, Semproniano, alcuni delle colline metallifere e Santa Fiora dove Balocchi sembra attendere voti di molte altre colorazioni riguardanti i Comuni a valle. Insomma occhio ai colori perché i conti del sabato sera verranno verificati uno ad uno: e se ci fosse qualche cosa che non torna, di sicuro si apriranno crisi politiche post elettorali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.