Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I Lions ricevono la visita del governatore toscano. Illustrati i progetti futuri

Più informazioni su

MARINA DI GROSSETO – All’Hotel Leopoldo II di Marina di Grosseto, il governatore del distretto toscano dei Lions Club Gianluca Rocchi ha incontrato i Clubs Lions Grosseto Host, Alta Maremma, Orbetello i Presidi e Aldobrandeschi. Davanti ai numerosi soci intervenuti, Il Governatore si è complimentato con il presidente di zona Giuseppe Cirianni e il presidente di circoscrizione Michele Ferraro per quanto fatto nell’anno passato da tutti i club maremmani in aiuto delle fasce sociali più deboli e per la solidarietà verso i cittadini colpiti dalle calamità naturali, senza peraltro dimenticare tutte quelle attività svolte a sostegno della società civile.

Rivolgendosi ai presidenti dei Club presenti, Salvatore Fadda, Emilio Lelli, Marco Piazzoli e Gloria Mazzi, nel ringraziarli per il loro impegno, il governatore Rocchi ha ricordato il suo credo che i quattro presidenti hanno così bene interpretato: «Non ci sono cariche ma incarichi» e ha ricordato come le fondamenta di ogni club si basano per prime sulla partecipazione, intesa sia come attività dei club ma anche per i service, perché solo partecipando possiamo conoscere. «Il lionismo – ha proseguito sempre il governatore -, negli anni è passato dalla beneficenza alla solidarietà e alla sussidiarietà, tanto che in questi anni di crisi il nostro apporto è divenuto importante anche per le istituzioni. Purtroppo, il momento è difficile e davanti a noi ci sono vaste aree di marginalità dove intervenire a favore degli altri. In tempi così cupi l’aiuto di associazioni come quella dei Lions International è ancora più apprezzato proprio perchè la loro credibilità è indiscussa; infatti, nessuno ha mai potuto e mai potrà dire che un solo euro raccolto da noi non sia arrivato a destinazione e non abbia raggiunto l’obiettivo che ci siamo prefissati».

Il governatore, parlando dell’associazione, l’ha definita «multi tematica poiché si interessa di più aspetti o attività, i Lions infatti, possono intervenire in molti campi perché al suo interno esistono soci con professionalità e competenze diverse tali da rispondere alle problematiche dei nostri giorni». Tra i molti progetti Lions che verranno posti in essere nell’anno in corso, il governatore ha posto, in particolare, l’accento su due principali: la realizzazione di un sistema di telemedicina per la diagnostica veloce sulla cardiopatia dei bambini, per permettere a chi abita presso gli ospedali più logisticamente disagiati della Toscana di avere una tempistica d’intervento e assistenza più simile possibile a quella di bambini cardiopatici che vivono a pochi chilometri di distanza dal Meyer di Firenze o dall’Ospedale del cuore di Massa. Il secondo è quello legato al finanziamento della Fondazione Lions International; fondazione che, ad esempio, ha permesso in cinque anni di diminuire sensibilmente il numero dei decessi per morbillo nei bambini, passando dai 450 casi al giorno agli attuali 330.

Rocchi ha ammesso che è ancora un dato tragicamente alto, ma quanto finora fatto ha attirato l’attenzione di altre fondazioni come quella di Bill Gates, fondazione che ha lanciato una sfida: quella che nei prossimi dieci anni nel mondo non muoia più nessun bambino per morbillo, promettendo un aiuto pari a 30 milioni di dollari affinché l’obiettivo sia raggiungibile. Durante il pranzo conviviale, infine, il Club Lions Aldobrandeschi ha festeggiato i suoi diciannove anni di attività accogliendo tra i suoi iscritti il nuovo socio Riccardo Subissati; un’occasione che il Governatore ha colto per confermare quanto sia fondamentale, per poter aiutare gli altri, la crescita dei soci nei nostri club.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.