Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Marras in consiglio comunale a Capalbio per parlare del futuro della Provincia

Più informazioni su

CAPALBIO – La Provincia dei comuni. A Capalbio ieri il presidente della Provincia Leonardo Marras ha preso parte al consiglio comunale per parlare della nuova Provincia dei comuni, che prende vita dal profondo mutamento del sistema istituzionale avviato in Italia con la riforma Delrio. Un processo complesso in cui è indispensabile una condivisione di meccanismi e prospettive con i comuni di tutto il territorio. Ecco perché l’Amministrazione provinciale ha avviato già nel corso dell’estate una fase di confronto con gli amministratori locali, attraverso un convegno nel corso del quale sono intervenuti esponenti dell’Upi e di Anci; poi con la pubblicazione del volume “La Provincia dei comuni” e infine con la partecipazione del presidente Marras nei consigli comunali per un confronto diretto con i sindaci ed i consiglieri comunali.

Nei prossimi giorni la fase elettorale: le elezioni sono indette per domenica 12 ottobre 2014 dalle ore 8,00 alle ore 20,00. Spetterà ai consiglieri comunali votare ed eleggere Il nuovo Consiglio provinciale e il nuovo presidente della Provincia. L’occasione della presenza del Presidente Marras in consiglio comunale è stato anche momento di approfondimento di tematiche generali che riguarderanno gli impegni che i Comuni ed il nuovo Ente (di secondo livello) Provincia dovranno assumersi con i territori. Marras rivolgendosi ai consiglieri presenti ha rappresentato la grande responsabilità nei confronti dei cittadini che ognuno di loro dovrà assumersi credendo fortemente nella nuova Provincia e su questo presupposto continuare a garantire al territorio una rappresentatività forte. “Non possiamo perdere l’occasione di essere protagonisti dello sviluppo del territorio – ha proseguito Marras – se i Comuni non avranno la determinazione necessaria per sentirsi rappresentanti di un elettorato più vasto di quello racchiuso nei confini comunali, il rischio è quello di perdere la dimensione territoriale delle politiche di sviluppo e di non essere più in grado di incidere sulle scelte importanti che riguardano le nostre Comunità”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.