Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

LaChapelle a Rocca di Frassinello. La cantina si apre all’arte, e la sua opera diventa un’etichetta foto

GIUNCARICO – Si chiama “Raprture of the grappe” (il rapimento dell’uva) l’opera che David LaChapelle, uno dei più grandi fotografi del mondo, ha deciso di donare alla cantina Rocca di Frassinello dopo aver visitato i vigneti del comune di Gavorrano.

Un’opera d’arte che è stata presentata ieri in occasione della festa voluta per celebrare la decima vendemmia di Rocca di Frassinello, conosciuta in tutta il mondo perché a progettare la cantina è stato Renzo Piano, archistar internazionale e oggi anche senatore a vita della Repubblica italiana.

E l’opera donata da LaChapelle, oltre ad essere esposta nel salone principale della cantina, è stata scelta per dare il nome e diventare l’etichetta di un nuovo vino di Rocca di Frassinello. Si chiama appunto “Rapture of the grappe”, come l’opera, è ed un vino metà sangiovese, metà Cabernet e altri vitigni e ha la sua origine nella vendemmia del 2010, una delle migliori.

Alla festa di Rocca di Frassinello tanti anche personaggi conosciuti: insieme al patron della cantina Paolo Panerai c’erano oltre al fotografo americano anche Diego Della Valle e Lamberto Dini. A rappresentare il territorio il sindaco di Gavorrano Elisabetta Iacomelli e l’assessore alle attività produttive Daniele Tonini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.