Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il metano arriva ad Arcille e Istia d’Ombrone «Dimezzati tempi e disagi»

Più informazioni su

ARCILLE – Un impegno di 500mila euro per 9.000 metri di condotta: nei giorni scorsi Gergas Spa, società di gestione della rete gas nel Comune di Grosseto e Campagnatico, ha terminato i lavori di realizzazione della rete di trasporto del gas metano lungo le strade provinciali Scansanese e Voltina comprese tra la località Istia d’Ombrone e l’abitato di Arcille. «Si tratta di una tecnologia innovativa – affermano da Gergas – che ha permesso la riduzione delle opere edili e ha dimezzato i tempi di esecuzione dei lavori. La tecnologia in questione è la “Trivellazione orizzontale teleguidata”, basata sull’azione di una “talpa” meccanica che consente di posare nel sottosuolo una tubazione di qualsiasi diametro operando da un solo scavo sulla superficie di dimensioni molto ridotte, influendo in maniera pressoché nulla sulla superficie viabile».

«E’ però il sottopasso del fiume Ombrone che ha rappresentato il vero traguardo tecnico dell’intero progetto – prosegue Gergas -. Si è trattato di un’operazione svolta sempre in trivellazione teleguidata che ha premesso di posare la condotta gas a -8 metri rispetto al pianto di scorrimento del fiume Ombrone». «Questo intervento – ha ricordato il sindaco di Campagnatico Luca Ricciardi – oltre al completamento degli impegni assunti dalla Gergas, sono proseguimento del percorso che sta progressivamente estendendo il servizio del gas metano a tutti gli abitanti delle frazioni, rappresenta in questo caso una vera e propria novità per le tecnologie impiegate, che consentono di ridurre i disagi per i cittadini, dimezzare i tempi di esecuzione dei lavori e quindi i costi per la collettività».

L’amministratore delegato di Gergas, Marco Nencini ricorda che sono circa 60 i cittadini che sono già passati al metano «oltre ad un risparmio economico, gli utenti serviti avranno anche un ritorno in termini di sicurezza in quanto il gas metano essendo più leggero dell’aria in caso di fughe si disperde più facilmente raggiungendo con maggiore difficoltà le soglie di esplosività. Riprenderanno a breve anche i lavori di metanizzazione della località Marina di Grosseto dopo lo stop tecnico imposto nel periodo estivo».

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.