Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Huntsman diventa ancora più grande: la Rockwood è sua. Obiettivo 2 miliardi di dollari di utile

Più informazioni su

SCARLINO – Da oggi l’Huntsman Corporation, la multinazionale che controlla anche l’impianto per la produzione di biossido di titanio di Scarlino, lo stabilimento Tioxide, è proprietaria anche della Rockwood Holdings.

Ad annunciarlo è direttamente Peter Huntsman il presidente della Huntsman corporation. Con questa acquisizione, prevista da tempo dal colosso internazionale della chimica, il gruppo,che ha uno dei suoi poli di produzione più importanti in Maremma, diventa il secondo produttore a livello mondiale nel settore pigmenti. Proprio in questi giorni, tra l’altro, c’è stato un cambio al vertice dello stabilimento di Scarlino: Walter Musso, l’amministratore delegato che ha guidato la Tioxide negli ultimi 12 anni, andrà ad occpuarsi proprio delle ex industrie della Rockwood. Al suo posto, viene promosso Francesco Pacini, già dirigente della multinazionale. «Il completamento di questa acquisizione – spiega Peter Huntsman, amministratore delegato della Huntsman corporation –  migliora il posizionamento della nostra azienda. Il nostro fatturato, prima delle sinergie di 130 milioni di dollari, aumenterà immediatamente e si offriranno nuove opportunità per il nostro business pigmenti».

«L’aggiunta di prodotti specializzati a base di biossido di titanio e additivi ad alte prestazioni amplierà la nostra gamma di prodotti e ci permetterà di proseguire nel nostro cammino per diventare il business produttore di pigmenti e additivi più competitivo e affermato a livello mondiale. La maggior parte del profitto degli ultimi 12 mesi dei business acquisiti è stato ricavato dalla vendita di prodotti specializzati e di nicchia a base di TiO2, a dimostrazione della diversità e potenzialità dei business che entreranno a far parte del gruppo Huntsman.» «Intanto il nostro attuale business continua a riscuotere grandi successi. Abbiamo registrato una crescita eccellente di prodotti come poliuretani MDI, ammine e composti per il settore aerospaziale ed esistono vari progetti in corso per sostenere tale crescita.

Un’operazione che «amplierà la nostra offerta di prodotti – aggiunge Huntsman – e consentirà di realizzare prodotti più competitivi e di successo. In questo modo – conclude Huntsman – siamo sulla buona strada per raggiungere il nostro obiettivo di 2 miliardi di dollari di utile ( prima degli interessi passivi, imposte e ammortamenti su beni materiali e immateriali).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.