Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Capalbio chiederà accesso ai fondi 8X1000 per le scuole. Piccolotti «Anche grazie a M5S»

Più informazioni su

CAPALBIO – «L’Amministrazione unitamente al settore tecnico si è attivata, anche grazie alle indicazioni pervenute, e ha proceduto a reperire i bandi e i modelli al fine di poter meglio inquadrare le problematiche per poter partecipare ed avere accesso ai fondi di cui all’8 per mille per l’edilizia scolastica». Inizia così la risposta del sindaco di Capalbio Luigi Bellumori all’interrogazione proposta dal consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Luciano Piccolotti. La risposta all’interrogazione del 27 agosto, fa sapere Piccolotti «È arrivata ieri, 24 settembre. Il M5S chiedeva al sindaco se da parte del Comune di Capalbio vi fosse intenzione di presentare entro il 30 settembre la richiesta di accesso ai fondi destinati dall’8X1000 all’edilizia scolastica. Il sindaco ha comunicato che l’Amministrazione si è attivata».

«Dopo un primo screening – si legge nella risposta del sindaco – si è deciso di proporre un intervento di ristrutturazione, messa a norma ed efficientamento energetico del fabbricato destinato a scuola materna e locale cucina per la mensa di Capalbio Scalo. Ciò nella considerazione che l’edificio oggetto di intervento doveva essere di proprietà dell’Ente (oppure in possesso con altro titolo ma nel caso era necessario il nulla osta dell’Ente proprietario all’esecuzione del progetto) e che il progetto doveva essere munito di tutti i nulla osta necessari (Borgo Carige – Proprietà demanio – Capalbio Capoluogo Vincolo Paesaggistico)».

«L’Ufficio Tecnico si è reso disponibile alla immediata redazione del progetto preliminare che prevede un importo complessivo di 185 mila euro per la realizzazione del “cappotto” termico e fonoassorbente (spessore 5 cm in sughero espanso), isolamento della copertura (lana di roccia sul solaio); impianto fotovoltaico per la produzione d energia elettrica di 5 Kwatts da istallare sulla copertura e la sostituzione di tutti gli infissi con altri a norma (apertura aggiuntiva a vasistas) doppi vetri basso emissivo e taglio termico, con tali interventi l’edificio dovrebbe raggiungere la classe energetica A – continua la risposta di Bellumori -. Il progetto preliminare è oggetto di proposta di delibera del 24.09.2014 e in considerazione dell’importo si è proceduto anche alla variazione del programma triennale e dell’elenco annuale dei lavori in modo, in caso di assegnazione, di poter procedere celermente nella progettazione definitiva ed esecutiva e all’appalto dei lavori. L’ufficio tecnico sarà incaricato della redazione e trasmissione della istanza alla Presidenza del Consiglio dei Ministri secondo le modalità indicate nel relativo avviso».

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.