Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

PolaRoad: il viaggio della macchina fotografica per le vie della città

GROSSETO – Una scatola rossa, una macchina fotografica istantanea e persone comuni chiamate a diventare fotografi per un giorno, anzi, per poche ore. Questi i tre ingredienti che hanno caratterizzato il progetto PolaRoad – Istanti in viaggio. Il progetto PolaRoad. Istanti in viaggio, a cura di Claudia Gennari e Marta Paolini, era stato presentato il 13 settembre in occasione dell’inaugurazione de La Città Visibile 2014, della quale ha condiviso il tema La Maremma: idee di bellezza, proponendone una lettura plurale e collettiva. Filo conduttore del progetto è stata la scatola rossa, contenente una macchina fotografica Polaroid, in “viaggio” per le strade della nostra città e affidata di mano in mano con il compito di fissare un istante di bellezza. La scatola era stata consegnata dalle curatrici a Imparallasse, il duo artistico formato dai fotografi Valentina Calosci e Alessio Cech, vincitori de La Città Visibile 2013, che hanno dato così il via al percorso itinerante della Polaroid. Ogni sera al cassero, su una mappa della città, era possibile seguire in tempo reale il tragitto della macchina fotografica e i protagonisti del progetto.

Durante la settimana la scatola rossa è arrivata a 28 persone di tutte le età; il fotografo più giovane ha appena sei anni e non ha avuto dubbi nell’individuare il suo istante di bellezza tra le foto del padre appese nel negozio di famiglia. Numerosi i commercianti del centro storico che si sono passati la macchina fotografica di vetrina in vetrina, fino ad arrivare agli studenti delle scuole superiori di Grosseto. Una cartografia variegata ed eterogenea di possibili paesaggi urbani. Il primo tour artistico si è concluso sabato 20 settembre al Cassero senese dove sono state allestite tutte le foto scattate durante la settimana di anteprima alla Notte Visibile della Cultura. Tra queste ce ne sono due molto speciali: quelle di Uliano Lucas, noto fotografo e fotoreporter italiano che ha regalato al progetto gli ultimi “istanti in viaggio” appena prima dell’inaugurazione della sua mostra al Museo Archeologico e d’Arte della Maremma, evento che ha segnato l’inizio della Notte Visibile della Cultura.

Oltre a costituire un piccolo spunto per soffermarsi a cogliere il bello anche in contesti quotidiani, il progetto si è proposto come occasione di condivisione e responsabilità, sia nello scatto della fotografia, che nella scelta della persona a cui affidare la scatola; un’azione culturale che ha cercato di traslare un gesto individuale in un contesto collettivo, dal momento che ogni singolo scatto diventava parte dell’immagine corale dell’ambiente in cui ogni giorno ci troviamo a vivere. Il progetto PolaRoad. Istanti in viaggio rientra tra gli appuntamenti dell’anteprima alla Notte Visibile della Cultura, evento firmato da Fondazione Grosseto Cultura e Cedav, in coorganizzazione con il Comune di Grosseto, con il patrocinio della Provincia, della Regione Toscana, del Ministero dei Beni Culturali, con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.