Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni in Provincia, Bellumori: «Non mi sono autocandidato. Pd ingeneroso e ingrato»

CAPALBIO – «In merito a quanto apparso su  alcuni articoli di quotidiani on line e della stampa locale  di questi ultimi giorni in merito alle candidature del Pd provinciale in vista della consultazione del 12 ottobre prossimo, ritengo opportuno e doveroso fare alcune precisazioni». così Luigi Bellumori, sindaco di Capalbio, interviene sulle prossime elezioni provinciali. «Immeritatamente tirato per la giacchetta sottolineo  che il sottoscritto su richiesta del direttivo dell’unione comunale di Capalbio  aveva  dato  la propria disponibilità a candidarsi nel listino del Pd  subordinando tale disponibilità a quelle che fossero state le azioni del sindaco di  Orbetello  erede  naturale, a mio avviso e non solo, della rappresentanza della zona sud (Magliano in Toscana – Orbetello – M. Argentario – Isola del Giglio e Capalbio), un comprensorio di  circa 37.000 abitanti».

«Trovo ingrato che la segreteria provinciale nelle dichiarazioni di questi giorni nulla chiarisca – prosegue Bellumori -, la disponibilità non significa autocandidarsi e soprattutto che non vi è stata alcuna esclusione rispetto agli accadimenti. Di quanto accaduto e delle mie perplessità sulla conduzione di questa vicenda ho avuto cura di tenere costantemente confronti con il segretario dell’unione comunale di Capalbio Marco Donati (membro dell’esecutivo provinciale del Pd), il segretario provinciale Pd Barbara Pinzuti (area Cuperlo), Marco Simiani (rappresentante area Renzi) e Leonardo Marras presidente della Provincia uscente. Sia il sindaco di Orbetello  che quello di Manciano nelle ultime settimane  non hanno mai manifestato in maniera chiara ed inequivocabile la disponibilità a candidarsi. Anzi hanno sempre avuto ognuno comportamenti ambigui.  La prima (che avrebbe voluto candidare il capogruppo in consiglio comunale Aldi) poiché non aveva palesemente  i voti neppure di tutta la  sua maggioranza a sostegno  ed il secondo poiché  aveva già numerosi impegni a suo dire anche di carattere personale che non gli permettevano di assumersi anche questo ulteriore incarico di responsabilità e rappresentanza».

«In questa situazione ho rimesso la mia  disponibilità al Pd unione comunale di Capalbio ed al segretario provinciale Pinzuti che pensava sin dall’inizio,  evidentemente sbagliando,  che la zona sud avrebbe potuto avere due candidati – continua Bellumori -. Rispetto alla mia disponibilità a candidarmi ho ricevuto sin da subito il libero sostegno  di numerosi consiglieri  eletti in varie amministrazioni del comprensorio della Costa d’Argento e dell’entroterra non appartenente al comprensorio del sud.  I giochi grossetani e le strategie in vista delle regionali 2015 hanno fatto il resto.  L’interesse mio (se vi è stato) ha riguardato il fatto che il  Pd esprima un rappresentante nella zona sud, e lo farà, e spero che il sindaco di Manciano, al quale darò il mio personale sostegno come gli ho comunicato, collabori fattivamente  per rappresentare le istanze di 8 comunità (Pitigliano – Sorano – Manciano – Magliano in Toscana – Isola del Giglio – Orbetello – Monte Argentario e Capalbio). Prendo infine atto dell’ingenerosità anche intellettuale  del Pd provinciale con i cui membri ho avuto modo di confrontarmi lealmente ma evidentemente tanta correttezza non serve. Mi lascia infine perplesso il fatto che il sindaco di Orbetello, che politicamente ha scomodato la regione Toscana per avere un ambito allargato ovvero Orbetello Capalbio Magliano, dopo aver dichiarato la sua indisponibilità per motivi legati al seguire l’amministrazione abbia  indicato un rappresentante  fuori da quell’ambito medesimo, scegliendo Manciano».

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.