Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Per la Notte della cultura “l’altra bellezza” degli Abiku al Cassero senese

Più informazioni su

GROSSETO – Domani il grande evento de “La Notte Visibile della Cultura” è anche al Cassero. Muramonamour partecipa alla festa collettiva della Notte Visibile proponendo la serata “L’altra bellezza” in collaborazione con Cedav, Fondazione Grosseto Cultura e Clorofilla Film Festival.

Dalle 18 bar aperto con musica, apericena e proiezione di video. Alle 20,45 incontro con la giovane band grossetana degli Abiku per ripercorrere insieme a loro le tappe dell’originale progetto videomusicale “Qui non succede mai niente”. Gli Abiku hanno girato per tre mesi la Maremma e hanno ambientato in alcuni dei luoghi più suggestivi della nostra terra, da San Bruzio al Convento dei Padri Passionisti all’Argentario, dodici videoclip, pubblicati in Rete uno per ogni settimana del loro viaggio. Nei videoclip gli Abiku interpretano in acustico (in alcuni casi insieme ad altri musicisti maremmani in veste di ospiti), alcuni classici della musica leggera italiana degli anni Sessanta e Settanta come “Grande Grande Grande” di Mina o “Il cielo in una stanza” di Gino Paoli. Della webserie saranno riproposti sul grande schermo del Cassero e commentati con il pubblico alcuni dei video. In chiusura Giacomo Amaddii Barbagli, cantante e chitarrista del gruppo, farà ascoltare qualche canzone tratta dal nuovo album della band, “La Vita Segreta” in uscita per l’etichetta Sherpa Records il prossimo 6 ottobre. Il disco sarà disponibile in anteprima streaming sul portale Rockit.it da lunedì. I primi due singoli estratti dall’album e già in Rete con i loro video sono “Qui non succede mai niente” e “(Dammi una mano) Pakistan”. Oltre a Giacomo fanno parte degli Abiku Virna Angelini (basso, voce), Edoardo Lenzi (tastiere, voce, glockenspiel), Stefano Campagna (batteria, percussioni, tastiere) e Lorenzo Falomi (chitarra, voce).

A seguire il Clorofilla Film Festival racconta “l’altra bellezza” attraverso due documentari d’arte, inediti a Grosseto: alle 22 “Forlane 6 studio” di Michele di Salle, alle 23 “Hometown | Mutonia” del collettivo ZimmerFrei.  “Forlane 6 studio” è la storia delle avventure sottomarine e artistiche di Hortense e Mathieu nel mare di Creta dove vivono su una piccola vecchia barca a vela, la Forlane 6. I due sono artisti subacquei: il loro lavoro consiste nel disegnare e realizzare installazioni sottomarine per poi esporle attraverso una collezione fotografica documentale. Alle 23 il Clorofilla propone invece un documentario che ha partecipato al Festival Internazionale del Film di Roma, “Hometown | Mutonia” di ZimmerFrei. Si tratta di  un film documentario sul campo dei Mutoid di Santarcangelo di Romagna, realizzato con la partecipazione dei suoi abitanti. Mutonia è uno strano villaggio dentro il villaggio, una città temporanea che si trasforma nel tempo, in relazione a un contesto urbano, territoriale e sociale più grande. Nata con lo spirito anarchico, dissacrante e sperimentatore dei traveller e cyber punk che l’hanno fondata, la cittadella ha ospitato due generazioni di traveller e ne è diventata un luogo di origine, una “madrepatria” in cui tornare periodicamente o fermarsi per crescere i figli. Questo originale luogo dell’abitare, fatto di rottami assemblati e veicoli trasformati in casa, è ora esposto al rischio di sparizione, poiché non esiste una regolamentazione urbanistica che contempli la sua eccezionalità, che in fondo è fatta di quotidianità e invenzione, fragilità e energia, trasgressione e bisogno di radicamento (come ogni altra vita). A firmare il documentario è il collettivo ZimmerFrei formato da tre artisti che nella loro pratica artistica mescolano formati e linguaggi diversi: video e documentari, installazioni sonore e ambientali, fotografia, performance e arte pubblica. Gli artisti di ZimmerFrei si immergono in prima persona in contesti urbani e rurali in via di trasformazione per raccontare dall’interno le loro comunità.

Infine a mezzanotte e mezzo sarà proprio il Cassero a ospitare il brindisi finale di chiusura della Notte Visibile della Cultura.

Info: pagine Facebook Muramonamour e Officine Cinematografiche Cassero, blog www.officinecassero.wordpress.com oppure 340 5281379.

Programma: 

Sabato 20 settembre
L’ALTRA BELLEZZA*
Dalle 18 – Bar aperto, apericena, musica, video
Ore 20.45 – Abiku. Incontro con la giovane band grossetana e con il suo progetto “Qui non succede mai niente”: tre
mesi alla scoperta dei luoghi più suggestivi della Maremma, dove il quintetto ha realizzato 12 clip musicali.
Proiezione di alcune delle clip (ambientate al Bastione Maiano, al Bagno 3 Stelle, a San Bruzio, al Convento della Presentazione al Tempio, a Castiglione della Pescaia, sul Monte Amiata, al Bagno delle Donne, sul Bastione Rimembranza, a Torre Mozza, a Vitozza, a Casa Rossa Ximenes e a Saturnia) e conversazione con gli Abiku sul loro nuovissimo album in uscita in questi giorni
Ore 22 – Forlane 6, video. Di Michele di Salle (30’)
Ore 23 – Mutonia, documentario. Di Zimmerfrei (69’)
Ore 00,30 – Brindisi di fine Notte Visibile della Cultura

*Serata all’interno de la Notte Visibile della Cultura, in collaborazione con Cedav – Fondazione Grosseto Cultura
e Clorofilla Film Festival

Domenica 21 settembre
LA GRANDE BELLEZZA
Dalle 19,30 – Bar aperto, apericena, musica, video
Ore 20.45 – La grande terrazza. L’architetto paesaggista Giordano Marraccini, orbetellano, ha curato alcuni set de “La
grande bellezza”, il film Premio Oscar di Paolo Sorrentino. In particolare Marraccini ha “disegnato” la terrazza della casa di Jep Gambardella, uno dei luoghi simbolo del film. Attraverso video e parole Marraccini regala alle Officine delle Cose Belle il racconto di quella straordinaria avventura..
Ore 21,30 – La grande bellezza. Proiezione del film

Tutte le serate sono a ingresso gratuito
Per la serata Fish & Clips cena-buffet a offerta in sostegno del progetto Casa dei Pesci
Per la serata La grande bellezza, ingresso alla proiezione del film 5 euro
Per informazioni sui laboratori Tagesmutter: 347 0760901

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.