Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Escursioni gratuite nella Maremma per il primo “Walking festival” alla scoperta del territorio

Più informazioni su

MANCIANO – Si svolgerà a Manciano, dal 20 al 28 settembre, la prima edizione dell’Explore Maremma Walking Festival, un grande evento alla scoperta della Maremma e di tutte le sue bellezze. Le escursioni proposte sono gratuite e riservate agli ospiti che soggiornano nelle strutture ricettive del comune di Manciano. Ogni escursione si svolgerà con guida ambientale escursionistica e sono studiate per andare alla scoperta delle peculiarità del nostro territorio e delle sue ricchezze naturalistiche ed archeologiche.

Questo è il calendario di tutte le escursioni organizzate:

Sabato 20 Settembre

Il Castello dei Templari e il Fiume Albegna

Percorremo antiche mulattiere di origine medievale che univano il Castello delle Rocchette di Fazio alla Via del Sale Longobarda. Giunti sul Fiume Albegna percorreremo un tratto del letto del Fiume caratteristico per le sua geomorfologia. Al nostro ritorno scopriremo i simboli lasciati dai Cavalieri del Tempio nei manufatti architettonici del Borgo. L’escursione si conclude con un’inaspettata panoramica mozzafiato dall’alto della Rocca Aldobrandesca del Castello.

Meeting Point: Rocchette di Fazio (piazza principale) a 3 km da Semproniano
Orario Inizio: 9.00 a.m.
Durata: 4 ore
Lunghezza: 5 km A/R
Difficoltà: media

Alla scoperta dell’antica città di Cosa

Visita alla scoperta delle antiche Ville Romane della città di Cosa, ammireremo la villa Romana  di Sette Finestre e quella delle Colonne fino ad arrivare al mare, allo spacco della Regina. Un percorso pieno di storia e natura.

Meeting Point: Piazza della chiesa Borgo Carige (Capalbio)
Orario Inizio: 9.00 a.m.
Durata: 4 ore
Lunghezza: 4 km
Difficoltà: facile

I colori degli etruschi: apertura straordinaria delle tombe proibite di Tarquinia

Visiteremo le Tombe delle Pantere, dei Tori, del Barone e degli Auguri nella necropoli Scataglini,le tombe “dipinte”, normalmente chiuse al pubblico.Nel 2004 le tombe etrusche dipinte di Tarquinia sono entrate a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO perché “fonte eccezionale di conoscenza della vita, dei costumi e del sentimento religioso degli Etruschi. Esse rappresentano infatti la straordinaria testimonianza della pittura antica conservatasi nell’ambito della cultura fiorita in età storica sulle sponde del Mediterraneo”.(Max 20 persone)

Meeting Point: info point di Tarquinia Barriera di San Giusto
Orario Inizio: 15.00
Durata: 2 ore
Lunghezza: 2 km A/R
Difficoltà: facile

Eremo di Poggio Conte tra misticismo e magiche cascate

Il sentiero inizia dopo circa 500 m. dal ponte sull’Olpeta  e a piedi  si percorre un tratto di strada che costeggia il fiume Fiora. Poi si imbocca un sentiero che termina passando sotto un costone tufaceo dalla cui sommità cade una piccola cascata. Su un lato della roccia tufacea è scavato il suggestivo eremo, una chiesetta adornata di affreschi risalenti al XIII secolo.

Meeting point: Ponte S. Pietro sul Fiume Fiora lato Viterbo (fra Manciano e Farnese)
Orario inizio: 15.30
Durata: 4 ore
Lunghezza: 8 km A/R
Difficoltà: facile

Domenica 21 Settembre

La via delle terme tra Poggio Murella e Saturnia ovvero la Via Clodia

Dal Castellum Acquarum – l’antico acquedotto romano di Poggio Murella – percorremo quella che viene ricordata dalle antiche carte come la Via delle Terme ovvero la Via Clodia. Giunti presso Saturnia faremo ingresso nel Borgo dalla Porta Romana. Possibilità al termine della visita di fare uno spostamento a piedi fino alle Cascate del Gorello (Terme Naturali) per un bagno purificante e rilassante oppure visitare la Necropoli del Puntone a 10 minuti di auto dal centro.

Meeting Point: Poggio Murella, piazzale della Chiesa
Orario Inizio: 9.00 a.m.
Durata: 4 ore
Lunghezza: 6 km A/R
Difficoltà: media (poco adatto ai ragazzi sotto i 10 anni)

La Rocca di Montauto, tana di pericolosi Briganti

Descrizione: Il percorso attraversa la Riserva Naturale di Montauto, attraversata dal fiume Fiora. Ci addentreremo nel particolarissimo paesaggio,segnato da gole profondamente incise, ricco di rigogliosa vegetazione e numerose varietà di uccelli.

Meeting Point: ingresso Riserva Naturale di Montauto
Orario Inizio: 15.00
Durata: 5 ore
Lunghezza: Km 6 A/R
Difficoltà: difficile

Lunedì 22 Settembre

La Stellata: dal borgo di Montemerano alle cascate di Saturnia

Il nostro percorso attraversa la Media Valle del Fiume Albegna in uno dei suoi tratti più suggestivi: dal Borgo Medievale di Montemerano, oggi riconosciuto tra i Borghi più belli d’Italia, ci incammineremo per il nostro sentiero. Guaderemo il Torrente Stellata ancora ricco di acque sulfuree e di argille purificatrici provenienti dalla sorgente di Saturnia. Aattraverseremo fertili colline e prati baciati dal sole, per poi concludere il nostro itinerario nelle piscine naturali delle Cascatelle, rilassandoci e purificandoci con le sulfuree acque delle Terme Naturali.

Meeting point: Montemerano
Orario inizio: 9.00 a.m.
Durata: 5 ore
Lunghezza: 10 km A/R
Difficoltà: media

Martedì 23 Settembre

La via del sale longobarda nel territorio di Roccalbegna

Dal Borgo Medievale di Roccalbegna, l’antica Cella Longobarda di Sancti Miniati, raggiungeremo la località Pescinello, dove pare fosse ubicato il primo nucleo abitativo longobardo da cui tutto ebbe inizio e oggi ospita la Riserva degli Alberi Monumentali. La via che percorreremo è in parte quella originale tracciata nel medioevo e che viene ricordata come Via del sale Longobarda…in cammino scopriremo perchè.

Meeting point: Roccalbegna piazza IV Novembre
Orario inizio: 9.00 a.m.
Durata: 5 ore
Lunghezza: 6 Km A/R
Difficoltà: media

Dal monte al continente attraverso la voce della natura e delle rovine

Sentiero che attraversa parte della Duna di Feniglia, zona di protezione speciale, dove è possibile incontrare la fauna e la flora tipiche della macchia mediterranea e delle zone marittime ed umide. Il percorso si arricchisce, poi, pian piano camminando attorno ed attraverso le tracce di quella che fu la prima colonia romana con i suoi grandi porti, senza tralasciare tracce di epoche più antiche.

Meeting point: partenza da ingresso duna di Feniglia lato Ansedonia
Orario inizio: ore 8.30 – arrivo c/o ingresso Riserva Naturale di Feniglia lato Ansedonia ore 9.30
Durata: percorso ad anello di 4 ore
Lunghezza: 5,7 km
Difficoltà: facile

Mercoledì 24 Settembre

L’insediamento rupestre di Vitozza e le sorgenti del torrente Lente

Attraverseremo l’insediamento rupestre di Vitozza con le sue 180 grotte scavate nel tufo. Dopo una bella sosta rinfrescante presso le Sorgenti del Torrente Lente (Cascata e antico acquedotto) il torrente ci guiderà verso il Borgo Medievale di Sorano con la sua inespugnabile e possente Fortezza che emerge dal suggestivo intrigo di vie e case scavate nel tufo.

Meeting point: San Quirico di Sorano – Parcheggio presso l’inizio del percorso in località Piancistalla (seguire i cartelli che si trovano nella piazza centrale di San Quirico di Sorano).
Orario inizio: 9.00 a.m.
Durata: 4 ore
Lunghezza: 4 km A/R
Difficoltà: facile

La storia misteriosa dell’insediamento fortificato di Ghiaccioforte

ll percorso inizia da una delle poche città etrusche ancora oggi visibili, e ne attraversa tutta la sua estensione all’interno di quelle che furono le sue possenti mura di cinta. Il percorso prosegue poi in una zona fortemente panoramica, dove è possibile incontrare le viti silvestri che portarono il vino sui letti simposiastici dell’antichità.

Meeting point: presso ingresso del paese di Pomonte davanti bar Merendero
Orario inizio: ore 9.00 – arrivo c/o area Archeologica Ghiaccioforte ore 9.30
Durata: 4 ore
Lunghezza: 4 km circa
Difficoltà: facile

Giovedì 25 Settembre

La “Catena del Piccolo Tibet”: i prati pascoli del Monte Labbro

Nelle carte degli anni ’30 del versante occidentale del Monte Amiata si leggeva: “Catena del piccolo Tibet”. Vari fatti, forse coincidenze, si sono susseguiti da allora e le vicende del Monte Labbro ci conquisteranno tra prati pascoli, sentieri rocciosi, panoramiche mozzafiato, daini, caprioli e rapaci.

Meeting point: Parco Faunistico del Monte Amiata (bivio sulla Provinciale)
Orario inizio: 9 a.m.
Durata: 4 ore
Lunghezza: 6 km A/R
Difficoltà: media

Bird watching nell’Oasi wwf della laguna di Orbetello

Visita della più importante Oasi del WWF Italia, il sentiero natura , munito di osservatori permette di avvistare l’avifauna  migratrice che popola le acque salmastre, Fenicotteri, Anatre, Ardeidi si avvistano facilmente. La Grande laguna offre ancora una visone selvaggia di questo angolo di Maremma.

Meeting point: Oasi WWF Orbetello, loc. Ceriolo Albinia Km 148,800 SS Aurelia
Orario inizio: 15.00
Durata: 4 ore
Lunghezza: 4 km
Difficoltà: media

Da Manciano a Montemerano seguendo le antiche vie delle paure

Il percorso segue fedelmente quella che, fino alla diffusione delle auto, era la via più rapida per collegare i paesi di Manciano, Poderi e Montemerano. Il continuo passaggio di genti su questa strada, di giorno e di notte, ha portato alla nascita di tante leggende o “paure” che danno una diversa connotazione a strutture, fonti e alberi che si incontrano lungo lo stesso.

Meeting point: distributore Kalor Oil Manciano su SS74
Orario inizio: 16.00
Durata: 4 ore
Lunghezza: 5 km
Difficoltà: facile

Venerdì 26 Settembre

Le misteriose vie cave Etrusche da Pitigliano a Sovana

Attraverseremo la Via Cava di S. Giuseppe che collega la cittadina di Pitigliano al piccolo Borgo di Sovana. E’ l’antica via,  che un tempo, veniva percorsa da i villani per arrivare alle proprie terre.Il percorso si caratterizza per i suoi passaggi, a tratti i scavati nel tufo.

Meeting point: ponte della Lente
Orario inizio: 9.00 a.m.
Durata: 4 ore
Lunghezza: 6 km
Difficoltà: facile

Argentario coast to coast

Attraverso sentieri, sterrate e strade locali partendo dal Pozzarello si arriva fino a Porto Ercole, per un viaggio immersi nella macchia mediterranea con splendidi paesaggi marini sullo sfondo.

Meeting point: Località Pozzarello (Porto S. Stefano)
Orario inizio: 9.00 a.m.
Durata: 8 ore
Lunghezza: 18 km A/R
Difficoltà: difficile (non adatto ai ragazzi sotto i 15 anni)

Sabato 27 Settembre

La misteriosa storia della necropoli Etrusca di Poggio Buco

Si percorre con l’auto una strada bianca, attraversando la macchia di poggio Buco.Si arriva poi alla Necropoli e si visitano le varie tombe scavate nel tufo. La Necropoli e completamente immersa nella natura, ciò rende il percorso ancora più suggestivo e affascinante.

Meeting point: Parcheggio del Cimitero di Manciano
Orario inizio: 9.00 a.m.
Durata: 4 ore
Lunghezza: Km 4 circa A/R
Difficoltà: semplice

Lo spettacolo del Parco Naturale della Maremma

Il Parco della Maremma affacciato sul mar Tirreno e sul Parco dell’Arcipelago Toscano, si estende per 25 km con una catena di colline che discendono verso il mare, spiagge sabbiose e alte scogliere, circondata da paludi, pinete, campi coltivati e pascoli. La visita all’interno del parco ci mostrerà la bellezza di una natura incontaminata.

Meeting point: ingresso del Parco
Orario inizio: 9.00 a.m (dal Parco)
Durata: 3 ore
Lunghezza: 3,5 km
Difficoltà: facile

Eremo di Poggio Conte tra misticismo e magiche cascate

Il sentiero inizia dopo circa 500 m. dal ponte sull’Olpeta  e a piedi  si percorre un tratto di strada che costeggia il fiume Fiora. Poi si imbocca un sentiero che termina passando sotto un costone tufaceo dalla cui sommità cade una piccola cascata. Su un lato della roccia tufacea è scavato il suggestivo eremo, una chiesetta adornata di affreschi risalenti al XIII secolo.

Meeting point: Ponte S. Pietro sul Fiume Fiora lato Viterbo (fra Manciano e Farnese)
Orario inizio:15.30
Durata: 4 ore
Lunghezza: 8 km A/R

I colori degli etruschi: apertura straordinaria delle tombe proibite di Tarquinia

Visiteremo le Tombe delle Pantere, dei Tori, del Barone e  degli Auguri nella necropoli Scataglini,le tombe “dipinte”, normalmente chiuse al pubblico. Nel 2004 le tombe etrusche dipinte di Tarquinia sono entrate a far parte del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO perché “fonte eccezionale di conoscenza della vita, dei costumi e del sentimento religioso degli Etruschi. Esse rappresentano infatti la straordinaria testimonianza della pittura antica conservatasi nell’ambito della cultura fiorita in età storica sulle sponde del Mediterraneo”. (Max 20 persone)

Meeting point: info point di Tarquinia Barriera di San Giusto
Orario inizio: 15.00
Durata: 2 ore
Lunghezza: 2 km
Difficoltà: facile

Domenica 28 Settembre

I tesori del Parco Naturalstico ed Archeologico di Vulci

Storia, ambiente e natura ci permetteranno di vivere un’esperienza fuori dal tempo.Quella che fu una delle principali città etrusche sul fiume Fiora è adesso un bellissimo parco. Esploreremo i percorsi sotterranei della villa romana e del suo criptoportico, dove ancora sgorgano antiche sorgenti. Mosaici romani, ninfei e terme ci riporteranno indietro nel tempo. Tutt’intorno, le vacche maremmane dalle maestose corna e i cavalli allo stato brado assieme al volo “colorato” dei gruccioni, ci permetteranno di “ascoltare” il silenzio della Maremma.

Meeting point: Parco Archeologico Naturalistico di Vulci (Montalto). Parcheggio biglietteria

Orario inizio: 10.00 a.m.
Durata: 4 ore
Lunghezza: 3 km
Difficoltà: facile

Anello trekking di Capo D’uomo:gli sconfinati panorami dall’Argentario

Percorrendo bellissimi sentieri di montagna, vedremo il mare a centinaia di metri sotto di noi, le limpide acque, le isole dell’Arcipelago Toscano e la bellezza del Monte Argentario si sveleranno in questo cammino di luce, mare e macchia mediterranea.

Meeting point: cimitero Porto S. Stefano
Orario inizio: 9.00 a.m.
Durata: 4 ore
Lunghezza: 6 km
Difficoltà: medio/facile

Info a questo LINK

Per informazioni chiamate l’ufficio turistico di Manciano al numero 0564/620532,siamo aperti tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.