Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Unione dei comuni, Ciaffarafà «Vogliono scegliere chi ci rappresenterà. Inaccettabile»

Più informazioni su

SANTA FIORA – «Abbiamo scritto al prefetto perché faccia applicare la delibera consiliare con cui abbiamo indicato Alberto Balocchi quale rappresentate nell’Unione dei Comuni». Riccardo Ciaffarafà parla di «atto di arroganza e prepotenza che non possiamo accettare. Vogliono decidere loro anche chi deve rappresentare la lista della quale sono stato candidato».

«E’ convocato per domani il primo consiglio dell’Unione dei Comuni ed hanno nominato il sottoscritto “d’ufficio” come consigliere infischiandosene del voto del Consiglio comunale di Santa Fiora che si è espresso per Alberto Balocchi – prosegue Ciaffarafà -. Il presidente dell’Unione dei Comuni deve applicare la deliberazione consiliare e dunque deve convocare i consiglieri eletti e non chi preferisce lui o chi per lui. Noi infatti in quella seduta abbiamo votato Alberto Balocchi perché consigliere comunale esperto ed in quanto anche dipendente della Unione dei Comuni saprà meglio di altri rappresentare gli interessi del nostro comune».

«Se è compatibile con il ruolo di consigliere comunale lo sarà anche con quello dell’Unione dei Comuni dato che l’ente è di secondo grado ed ha molte deleghe importanti del comune. C’è una deliberazione consiliare che va rispettata perché ha espresso un voto democratico che non ha indicato me, ma Alberto Balocchi che qualora “non gradisse” si dimetterà al primo consiglio e procederemo con una nuova votazione. Il fatto grave è che vorrebbero scegliere loro chi deve rappresentarci nell’Unione dei Comuni e questo – conclude Ciaffarafà – lo riteniamo un possibile abuso di potere inaccettabile».

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.