Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Notte “Blu” al Cassero per celebrare uno dei più grandi artisti di strada italiani

Più informazioni su

GROSSETO – Domani (18 settembre) il Cassero di Grosseto celebra le nuove culture urbane con la Notte Blu, dal nome dell’artista italiano “senza volto” che il mondo considera fra i migliori street writers viventi e che negli anni passati ha regalato due fantastici (e semisconosciuti) murales alla città di Grosseto. Per il quarto evento de Le Officine delle Cose Belle Muramonamour fa incontrare e confrontare nei suoi spazi i nuovi fermenti creativi dei giovani skaters e writers grossetani mentre l’opera di Blu sarà raccontata proiettando i video delle sue più famose performance. Si parte alle 19,30 con l’aperitivo ideato e preparato dai giovani skaters e aspiranti chef della “Farniente Crew”. Alle 20,30 dibattito sulle nuove culture urbane a Grosseto con i giovani dell’associazione Artefacto, il direttore del Cedav Mauro Papa e il regista e skater Mario Salanitro. Dalle 21 ecco la “Notte Blu” con la proiezione dei video riguardanti lo street artist Blu ed estratti video di “Graffiti”. In chiusura “Urban Party” tra musica, live writing e altre sorprese. Ingresso libero.
Anche domani sera grazie a Fondazione Grosseto Cultura e Cedav sarà possibile visitare fino a mezzanotte la mostra “La Città Visibile 2014” allestita nelle Casette cinquecentesche del Cassero.

Chi è Blu
Blu è lo pseudonimo di uno degli street artist italiani più noti al mondo, tanto da essere considerato il Banksy italiano. Cresciuto artisticamente a Bologna dove opera in modo illegale nelle periferie della città, agli inizi degli anni Duemila comincia ad essere contattato da artisti e gallerie, cercando di rimanere prevalentemente nei circuiti dell’arte urbana. I suoi murales si trovano in Europa, Sud America e Stati Uniti. Nel 2004 Blu “si prende” un muro di Grosseto,  alla Cittadella dello studente. “World wide trap” è il titolo dell’opera in cui decine di personaggi sono omologati, collegati l’uno all’altro, fino a un grande monitor. Blu ci mette in guardia: il web è una trappola se usato nel modo sbagliato.  L’anonimo bolognese ha fatto da apripista ai tanti talentuosi writers che lavorano a Grosseto: nel 2012 l’associazione Artefacto ha colorato le pareti vicine a quella di Blu con un progetto di riqualificazione urbana denominato “Urban device”, evento artistico ma anche laboratorio e momento di incontro tra writers e cittadini.

PROGRAMMA DETTAGLIATO
Giovedì 18 settembre
LA NOTTE BLU
Ore 19.30 – Tutti in tavola. Apericena ideata, preparata e servita dai giovanissimi aspiranti chef e skaters della
“Farnientecrew”, con musica set e video
Ore 20.30 – Segni che (s)corrono. Nuove culture urbane tra effimero e futuro. Skate, writing, street art, hip
hop a Grosseto: dibattito con i giovani dell’associazione Artefacto, Mauro Papa (direttore del Cedav) e Mario Salanitro (regista skater)
Ore 21 – Notte Blu. Proiezioni dei video dello street artist Blu, dai più famosi alle prime sperimentazioni di animazione,
ed estratti video riguardanti Graffiti
A seguire – Urban Party. Musica, balli, live writing e sorprese

I prossimi appuntamenti:

Venerdì 19 settembre
BE GAME – Primo tentativo di performance per la riconquista dello Spazio Interstellare
Ore 19 – Forse cercavi. Collettivo Zero (Niccolò Falsetti, Alessandro Grespan e Stefano De Marco) presenta il suo primo
romanzo, edito da Mondadori.
Ore 20 – Space is the place. Apericena con azioni performative della compagnia Dynamis e galleggiamento anti-gravitazionale di Dj Balli da Bologna
Ore 21,30 – Be Game. Performance della Compagnia Dynamis con live music di Cobol Pongide
Ore 23 – Rave In Space. DJ Balli live session: pratiche antigravitazionali con convulsioni ritmiche
Tagesmutter. Durante lo spettacolo laboratorio didattico gratuito per bambini: ARTE È MUSICA, ARTE È MOVIMENTO
Kandinsky era in grado di inserire musica e movimento in un quadro studiando l’accostamento di linee, colori e forme geometriche. I bambini conosceranno il grande artista russo attraverso la sua arte ed impareranno ad operare come lui. (info 347 0760901)

Sabato 20 settembre
L’ALTRA BELLEZZA*
Dalle 18 – Bar aperto, apericena, musica, video
Ore 20.45 – Abiku. Incontro con la giovane band grossetana e con il suo progetto “Qui non succede mai niente”: tre
mesi alla scoperta dei luoghi più suggestivi della Maremma, dove il quintetto ha realizzato 12 clip musicali.
Proiezione di alcune delle clip (ambientate al Bastione Maiano, al Bagno 3 Stelle, a San Bruzio, al Convento della Presentazione al Tempio, a Castiglione della Pescaia, sul Monte Amiata, al Bagno delle Donne, sul Bastione Rimembranza, a Torre Mozza, a Vitozza, a Casa Rossa Ximenes e a Saturnia) e conversazione con gli Abiku sul loro nuovissimo album in uscita in questi giorni
Ore 22 – Forlane 6, video. Di Michele di Salle (30’)
Ore 23 – Mutonia, documentario. Di Zimmerfrei (69’)
Ore 00,30 – Brindisi di fine Notte Visibile della Cultura

*Serata all’interno de la Notte Visibile della Cultura, in collaborazione con Cedav – Fondazione Grosseto Cultura
e Clorofilla Film Festival

Domenica 21 settembre
LA GRANDE BELLEZZA
Dalle 19,30 – Bar aperto, apericena, musica, video
Ore 20.45 – La grande terrazza. L’architetto paesaggista Giordano Marraccini, orbetellano, ha curato alcuni set de “La
grande bellezza”, il film Premio Oscar di Paolo Sorrentino. In particolare Marraccini ha “disegnato” la terrazza della casa di Jep Gambardella, uno dei luoghi simbolo del film. Attraverso video e parole Marraccini regala alle Officine delle Cose Belle il racconto di quella straordinaria avventura..
Ore 21,30 – La grande bellezza. Proiezione del film

Tutte le serate sono a ingresso gratuito
Per la serata Fish & Clips cena-buffet a offerta in sostegno del progetto Casa dei Pesci
Per la serata La grande bellezza, ingresso alla proiezione del film 5 euro
Per informazioni sui laboratori Tagesmutter: 347 0760901

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.