Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Atletica: Cristiana Artuso più forte degli infortuni, vince nei 3000 metri

Più informazioni su

GROSSETO – Riprende l’attività agonistica per Cristiana Artuso ferma ai box dal ritiro al meeting di Castiglione della pescaia a maggio. Ed i segnali di ripresa sembrano positivi con l’oro centrato all’ultima prova di Grand Prix a Pondera proprio ieri nella distanza dei 3000 outdoor. Come precisa la maremmana i tempi crono sono ancora molto alti, e la cosa la impensierisce un po’, però alla ripresa inizia a ritrovare continuità e l’importante adesso è mettere tasselli e avanzare test dopo test. «Da maggio – racconta la mezzofondista maremmana – ho avuto un calo psicofisico importante seguito da un piccolo infortunio. Arrivavo da una stagione nella quale avevo fatto passi di crescita importanti e trovarmi col fisico che non rispondeva più è stato difficile. Da non poter gareggiare mi sono ritrovata a non sentirmi più di andare alle gare ed è stato veramente difficile ritrovare quel coraggio e quello stimolo. Ieri ho corso il 3000 in 10’03” esattamente 45″ in più rispetto al mio personale, un abisso lo so, però adesso ciò che conta per me è ripartire da qualche parte, accettando con serenità ciò che viene. La gara di ieri la considero nell’insieme una prova positiva perchè di testa finalmente ero presente e fisicamente fino al 2° chilometro ho risposto abbastanza bene».

Ricordiamo infatti che proprio i primi di maggio Cristiana aveva siglato il proprio record personale a Gavardo con 9’18”, dopo una stagione in bellissima crescita, iniziata da piccoli successi e sfociata in soddisfazioni come il 4° posto assoluto ai Campionati Italiani di Ancona a ridosso di atlete professioniste di alto livello (9’22″indoor nel 3000), l’oro ai Mondiali master di Budapest (9’33” indoor nel 3000). «Una settimana fa avevo fatto un test al Campo Zauli col mio amico Stefano La Rosa e il suo incoraggiamento a gareggiare l’ho portato nel cuore. Le sue parole mi hanno dato fiducia a riprovare e approfitto per ringraziarlo. Adesso lavorerò per coprire la gara al meglio ai societari di fine settembre ma soprattutto per essere in forma per la prossima stagione. Non so se farò i cross invernali, sicuramente li farò solo se fisicamente starò veramente bene. Tra gli obiettivi del 2015 terrò appoggiato al cuore senz’altro quello di onorare la mia città agli Europei master di maggio che si terranno a Grosseto. E’ un evento che mi crea emozione nel cuore perchè sono molto legata alla mia città».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.