Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Città Visibile apre i battenti con le sue idee di bellezza.

GROSSETO – Con il taglio del nastro in programma alle 18.30 di oggi al Cassero senese, si apre l’edizione 2014 de La Città Visibile. L’evento firmato da Fondazione Grosseto Cultura e CEDAV, Centro di documentazione arti visive, in coorganizzazione con il Comune di Grosseto, quest’anno sarà dedicato alle idee di bellezza. La manifestazione culturale, giunta alla settima edizione, si pone l’obiettivo di raccontare il territorio maremmano, con i suoi centri urbani, in modo nuovo e lontano dagli stereotipi. Attraverso esposizioni d’arte, di fotografia, di architettura, ma anche eventi multidisciplinari come passeggiate letterarie, conferenze, workshop, seminari, la Maremma si mette in mostra e rende visibile il suo passato, il suo presente, il suo progetto di futuro. Ecco allora che La Città visibile diventa anche un evento relazionale e inclusivo: vuole stimolare tutti e anche le categorie sociali più emarginate, a partecipare per condividere il piacere dell’esperienza creativa e narrativa. 22 fotografi della provincia presentano un racconto per immagini della loro terra. La sezione dedicata ai reportages è curata dai fotogiornalisti professionisti Federico Borselli e Amedeo Novelli.

Sponsor e istituzioni prestigiose hanno creduto nel lavoro dei partecipanti tanto da offrire il loro supporto tecnico con un occhio particolare rivolto agli under 35 che si contendono in questa sede un assignement sulla testata giornalistica on-line Witnessjournal.com. I reportages saranno esposti al Cassero senese insieme alle opere singole selezionate attraverso il bando di concorso nazionale che ha visto una larga partecipazione, con numeri di adesione in costante aumento. La Città non sarà “Visibile” solo al Cassero senese, sede prestigiosa che rappresenta la continuità con le passate edizioni: il progetto si svilupperà anche in altre sedi espositive con mostre quali il lavoro del fotografo Uliano Lucas dedicato ai centri locali di salute mentale, il reportage di Massimiliano Tursi sui luoghi di Bianciardi e le foto con i grafici che documentano lo straordinario graffito monumentale inciso sulle pareti del manicomio di Volterra.

Dal 14 fino al 20 settembre gli spazi cittadini della cultura si passeranno il testimone in vista della Notte Visibile, giunta alla sua seconda edizione che come di consueto animerà il centro storico con iniziative ed eventi culturali gratuiti dalle 18 (con l’inaugurazione al Museo Archeologico e d’arte della Maremma della mostra di Lucas) alle 00.30.  L’edizione 2014 della Città Visibile, andrà avanti fino al 9 novembre, toccando, oltre a Grosseto, altri comuni della provincia, come Follonica, Scarlino, Castiglione della Pescaia e Magliano in Toscana. L’evento gode del patrocinio della Provincia di Grosseto, della Regione Toscana, del Ministero dei Beni Culturali, con il contributo di Ente Cassa di Risparmio di Firenze e con la collaborazione delle associazioni di categoria Confesercenti, Confcommercio e CCN.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.