Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vela: duelli emozionanti alla 2K Team Racing. La finale è tutta italiana

Più informazioni su

PORTO ERCOLE – Tutta italiana la finale della seconda edizione della tappa di Cala Galera del circuito internazionale di Team Racing. L’adrenalina del corpo a corpo in mare, in cui due Yacht Club si sfidano ognuno con due equipaggi, è stato protagonista nello scorso fine settimana a Porto Ercole. Nella giornata conclusiva della seconda edizione del Team Racing di Cala galera, le semifinali hanno visto due team Britannici e due team Italiani che si sono presentati come migliori uscenti dai round robin corsi venerdì e sabato scorso. I team italiani all’appello sono stati Yacht Club Costa Smeralda capitanato da Filippo Molinari, anche presidente dell’associazione 2K Team Racing, e Rome Racing Team capitanato da Saverio Ramirez. I team britanici invece sono stati rappresentati dagli irlandesi del Royal Cork Yacht Club e dagli inglesi di Magnum del Royal Southern Yacht Club.

Nella prima semifinale il team della Costa Smeralda ha battuto gli inglesi di Magnum, mentre nella seconda il team capitolino di Rome Racing ha battuto gli irlandesi. Da sottolineare che il prestigio delle due vittorie è legato al fatto che la specialità del 2 contro 2 nasce in Inghilterra e quindi i britannici sono storicamente fortissimi. Nella finalissima lo Yacht Club Costa Smeralda ha battuto 2-0 il Rome Racing Team confermandosi ai vertici della specialità in rapida diffusione anche in Italia.

«Anche quest’anno il 2K TeamRacing è approdato all’Argentario – afferma Filippo Molinari presidente del 2K Team Racing e capitano dello YCCS – le condizioni meteo che ci hanno accolto hanno permesso lo svolgimento di un evento eccezionale grazie anche alla collaborazione del Circolo Nautico e della Vela Argentario. Il circuito giunto al suo terzo anno di attività sta crescendo notevolmente e la partecipazione di ben 10 team lo testimonia; infatti queste squadre rappresentano il meglio della specialità a livello europeo. La finale tutta italiana è stata degna dello spettacolo di questa disciplina perché nel team racing fino alla fine non si possono fare pronostici . Sono  pertanto orgoglioso di aver  capitanato il team dello Yacht Club Costa Smeralda che ha vinto questa tappa. Come dice Bruce Hebbert, Racing Tour Director, good wind good sailing». L’evento organizzato dal Circolo Nautico e della Vela Argentario ha avuto inoltre il pregio di essersi svolto nelle acque antistanti la spiaggia della Feniglia e quindi è stato possibile seguire le evoluzioni delle imbarcazioni della C21 fleet, utilizzate per l’occasione, catturando l’attenzione di quanti hanno speso il magnifico week end a Porto Ercole.

Secondo Benedetta Iovane D’Amico, team leader dello Yacht Club ospitante «è stata una bellissima esperienza partecipare a questa tappa del circuito di Team Racing e capitanare un team di giovanissimi velisti ma dalle grandi prospettive di crescita, come Ettore Botticini, neo campione del mondo della classe Vaurien, è stato per me un orgoglio. Infatti la squadra del CNVA era costituita da ragazzi con età media diciotto anni. Il che vuol dire che con tanto allenamento il prossimo anno potremmo accedere alle semifinali, cosa che quest’anno ci è sfuggita per un pelo». Per la cronaca, infatti, la squadra del CNVA ha chiuso al sesto posto rimanendo esclusa dalle semifinali per un solo punto nella classifica finale dei round robin”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.