Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pugilato: la nazionale italiana affronta la Svezia sul ring di Marina

Più informazioni su

di Lorenzo Falconi —

GROSSETO – Sarà una notte di grande boxe quella che attende Marina di Grosseto. Nella palestra comunale, giovedì 11 settembre, alle ore 21, incroceranno i guantoni la nazionale italiana e quella svedese. Un primo assaggio del rodaggio che dovrà condurre alla selezione per le olimpiadi in programma tra due anni a Rio.  Incaricata dell’organizzazione dell’evento dalla Federazione Pugilistica Italiana è la A.S.D Fight Gym Grosseto guidata da Amedeo Raffi. Collaboreranno all’organizzazione il Centro Commerciale naturale di Marina di Grosseto e la Pro loco di Marina e Principina, per un evento ad ingresso libero sarà ospitato dalla palestra Comunale di Marina di Grosseto.

«Sono particolarmente orgoglioso – ha detto Paolo Borghi, vicesindaco e assessore allo sport del Comune di Grosseto – di ospitare a Grosseto la nazionale elite di pugilato che era assente dai ring grossetani dal 13 febbraio 1997. L’appuntamento con la boxe che presentiamo oggi prosegue nell’ambito di un cartellone di eventi sportivi che abbiamo voluto chiamare ‘Grosseto sport people’, e che ha visto per tutta l’estate lo sport protagonista indissusso a Marina di Grosseto: con i mondiali di vela classe Vaurien, con i campionati di beach volley e beach tennis, con il pattinaggio ed oggi con la grande boxe». Nella compagine azzurra troverà posto anche Paul Constantin Cocolos (kg. 64) a cui vengono riconosciute le ottime prove nel torneo Talent league of boxing.

Sul ring spazio a 9 incontri con la formula del dual match, più uno tutto al femminile. Visibilmente emozionati Amedeo Raffi e Raffaele D’Amico, sia per la grandezza dell’evento, sia per la presenza, con la maglia azzurra, di Cocolos, elemento di spicco della Fight Gym. «Grosseto è una città a me cara – ha detto il tecnico della nazionale Maurizio Stecca -, qua  ho vinto il terzo titolo italiano nell’81, evento che mi proiettò alle olimpiadi di Los Angeles ’84.  Questo test contro la Svezia è importante, giunge in una fase delicata, perché nel prossimo biennio ci saranno delle scelte importanti da fare in ottica olimpica». L’evento pone l’attenzione anche sul tentativo di allungare la stagione turistica: «Servono fatti ed eventi come questo – ha precisato l’assessore Luca Ceccarelli -, non solo parole. Lo sforzo comune tra pubblico e privato darà i suoi frutti».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.