Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I 5 Stelle in Parlamento: «Si è parlato della truffa dell’autostrada Tirrenica»

GROSSETO – Gli attivisti del Movimento 5 Stelle di Grosseto, Follonica e Piombino, hanno incontrato, ieri, a Montecitorio, i deputati della commissione Ambiente e Trasporti per parlare «della truffa dell’autostrada Tirrenica (con il furto alla collettività della Variante Aurelia a nord di Grosseto e della Statale Aurelia a sud)». Affermano i pentastellati. «Quest’estate, a costo di portare a termine la “truffa”, scippando ai cittadini la strada pubblica, per trasformarla nell’autostrada più cara d’Europa (oltre 8 euro il pedaggio da Grosseto a Follonica, 19 euro da Grosseto a Rosignano, e altrettanti per il ritorno, con un enorme danno economico ai residenti ma anche ai turisti, nel cui caso i soldi andrebbero nelle tasche di una società per azioni, la SAT, invece che riversarsi nell’economia del territorio), il Governo stava per regalare 270 milioni di euro, soldi pubblici, configurabili come un “aiuto di Stato”, alla SAT per realizzare l’autostrada a pagamento, invece di utilizzarli per adeguare e mettere in sicurezza l’Aurelia a sud di Grosseto, mantenendola pubblica e gratuita».

«Il M5S è per la messa in sicurezza, mantenendola pubblica e gratuita, della statale Aurelia a sud di Grosseto, secondo il progetto ANAS 2001 (economico e di buon senso, approvato anche dagli ambientalisti) e per la manutenzione del manto stradale della Variante Aurelia a nord di Grosseto, superstrada giudicata adeguata per i volumi di traffico attuali e futuri niente meno che dalla Commissione Europea per i Trasporti – proseguono i 5 Stelle -. I parlamentari chiederanno che per ogni lotto del progetto venga messa a disposizione di tutti l’analisi costi-benefici, e, se è vero che non ci sono i soldi, come il governo intenda finanziare le eventuali esenzioni al pedaggio, esenzioni che oltre tutto vanno in contrasto con la normativa europea. Occhi vigili anche sull’iter del decreto “Sblocca Italia” affinché i 270 milioni di soldi pubblici che il governo intendeva regalare alla SAT non rientrino dalla finestra con un emendamento dell’ultimo minuto. Infine, i parlamentari M5S hanno assicurato una partecipazione “in massa” alla grande manifestazione “No sat – no autostrada, sì Aurelia pubblica e sicura” che stiamo organizzando per quest’autunno in Maremma».

Intanto sabato 13 settembre 2014 alle ore 17,30 in piazza Sivieri, il Movimento ha organizzato un incontro con Alessandro Di Battista, deputato portavoce M5S e vice presidente della III Commissione Affari Esteri e Comunitari. Alessandro Di Battista parlerà di politica italiana, delle riforme, della situazione internazionale, ma soprattutto sarà a disposizione dei cittadini per rispondere alle loro domande.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.