Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I luoghi della Movida. Assemblea pubblica in comune per illustrare dove si potrà suonare e dove no

Più informazioni su

GROSSETO – Un’assemblea pubblica per illustrare la proposta di “Variante al Piano comunale di classificazione acustica per l’individuazione di nuove aree destinate a carattere temporaneo o mobile all’aperto” e le conseguenti modifiche al “Regolamento comunale per la disciplina delle attvità rumorose”. Questo l’appuntamento fissato dall’Amministrazione comunale per giovedì 11 settembre, a partire dalle ore 16 nella sala del Consiglio comunale. “Il nostro obiettivo con queste consultazioni già iniziate nei mesi scorsi – ha spiegato l’assessore all’Urbanistica, Giancarlo Tei – è quello di condividere con i cittadini che vorranno intervenire un percorso di ridefinizione di regole che, come noto, coinvolgono tante persone. Organizzare eventi e iniziative, all’aperto come nei locali, rappresenta indubbiamente uno strumento di attrazione e valorizzazione di luoghi nel rispetto delle leggi nazionali e regionali e dei residenti. Contribuire a raggiungere una sintesi virtuosa tra le diverse esigenze è quindi compito di un’amministrazione e farlo attraverso un dialogo aperto con i cittadini è la strada più corretta per affrontare l’argomento”.

Le aree principali che diventerebbero di pubblico spettacolo convolgono i grandi parchi urbani (via Giotto e Ombrone), piazza Barsanti, zona gonfiabili in viale Europa che si aggiungerebbero alle aree già previste al PIS e all’impianto polivalente di Barbanella. Parere contrario dell’Arpat per nuove aree di pubblico spettacolo nel centro storico, oltre a quelle già esistenti del Cassero e della Cavallerizza. Previste tali facilitazioni anche al campo sportivo Roselle e a quello di Istia. E ancora nella zona ex Enaoli di Rispescia (in aggiunta al campo sportivo di Alberese), in piazza del Baluardo a Montepescali, alla Cava di Roselle, nell’area del Madonnino a Braccagni (in aggiunta al campo sportivo). E infine il litorale che, oltre alle aree già previste a Marina del pattinodromo e del campo sportivo del Cristo, vedrebbe aggiungersi l’area Luna Park, il piazzale di via dell’Elba, le aree delle attività commerciali su via Tirreno e piazza Tirreno a Principina oltre che il Lungomare con relativi stabilimenti balneari per entrambe le frazioni. “Individuare queste aree di pubblico spettacolo – ha proseguito Tei – è la strada obbligata per favorire le iniziative rispetto alle stringenti normative in materia di attività rumorose”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.