Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Tutti giù per terra”, i ragazzi disabili più sicuri di sé grazie ai “poderi sociali”

Più informazioni su

SANTA FIORA – Tutti giù per terra è un’attività che è stata sviluppata nell’ambito del progetto di Agricoltura Sociale “Amiata Responsabile” ed è frutto della collaborazione tra la Società della Salute Amiata Grossetana, l’Azienda USL 9 di Grosseto ed Il Quadrifoglio Gruppo Cooperativo. Il progetto ha avuto una durata di 2 mesi e nella giornata di giovedì 4 settembre, a partire dalle ore 16.00, si appresta a effettuare la giornata conclusiva, organizzata al Parco Peschiera di Santa Fiora. In occasione di questo evento parteciperanno rappresentati dell’Usl, de Il Quadrifoglio Gruppo Cooperativo, della Società della Salute dell’Amiata grossetana, i ragazzi coinvolti e i loro familiari.

Grazie a questo progetto, un piccolo gruppo di ragazzi con disabilità intellettiva seguiti dalla UFSMIA di Castel del Piano ha avuto l’opportunità di svolgere attività legate all’agricoltura in tre poderi sociali che hanno aderito al progetto “Amiata Responsabile”: Azienda Agricola Prato al Pozzo, Azienda Agricola La Poderina Toscana e Azienda Agricola le Calle.

“Questo percorso è nato con l’intenzione di favorire nei ragazzi l’acquisizione di abilità manuali, lo sviluppo dell’autonomia e delle capacità di interazione e partecipazione ad un progetto e l’inserimento in un gruppo.- afferma Livia Wright, psicologa che ha seguito il progetto -. L’ambiente agricolo e l’immersione nella natura si stanno rivelando assolutamente adatti al raggiungimento di questi obiettivi.”

Finora i ragazzi hanno zappato, seminato, creato un giardino di piante aromatiche, che saranno utilizzate per la preparazione dei Piatti realizzati dal Punto Ristoro all’interno del Parco Peschiera, hanno raccolto la lavanda, confezionato sacchetti profumati e governato le pecore, tanto per fare qualche esempio.

“I ragazzi continuano a partecipare con interesse alle attività e i progressi, nell’ambito cognitivo ed affettivo – conclude Livia -. Siamo molto contenti dei risultati finora ottenuti.”

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.