Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grosseto, la piccola città che non avete mai visto. Un VIDEO da non perdere

Più informazioni su

GROSSETO – “Grosseto – Litte City”. È questo il titolo di questo corto dedicato al capoluogo della Maremma e diretto da Miles Furnell, conosciuto come uno dei miglior sceneggiatori nel settore della business comunication. Con quasi 20 anni di esperienza come produttore e sceneggiatore, Miles ha creato più di 200 film per alcune delle più grandi aziende del mondo, comprese anche aziende Italiane come  ENEL, Saipem e Ferrari.

In questo suo lavoro su Grosseto Furnell ha utilizzato la tecnica di Tilt Shift. Viene generalmente utilizzata per trasformare le persone e le cose ritratte in dei piccoli lillipuziani, ad una prima occhiata il tutto sembra una specie di diorama, o modellino.

Si realizza utilizzando obiettivi dedicati (Tilt and Shift appunto) ed in post produzione si riesce solo ad emulare più o meno bene ma mai realmente in modo fedele.

Questi obiettivi, grazie a dei movimenti che sono in grado di fare, spostano dei gruppi ottici spostando il piano di fuoco e rendendolo non più parallelo al sensore. Solitamente si usano in modo opposto, cioè per avere a fuoco elementi che giacciono su piani diversi, l’uso che ne viene fatto qui invece è per ottenere un effetto radicalmente diverso.

A curare la colonna sonora Simone Ferrini, musicista maremmano che ha collaborato al progetto di Furnell.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mauro papa

    Ciao Daniele
    col sorriso: eppure io quella piccola città l’ho vista eccome, e l’hanno vista tutti quelli – veramente tanti – che hanno visitato la mostra (vedi minuto 1 del video linkato nella email precedente), e l’hanno visto tutti coloro che hanno frequentato i siti cedav e fondazione in quel periodo, e addirittura l’abbiamo portato in Piazza Dante per la presentazione Fondazione Grosseto Cultura nel 2013, e a una riunione pubblica confesercenti nello stesso anno. In tanti hanno visto quel punto di vista e quella piccola Grosseto. Forse il titolo è ambiguo? Magari mi sbaglio io.. comunque comlimenti per l’ottimo lavoro che fate sempre. Un abbraccio.

    1. Daniele Reali
      Scritto da Redazione

      Grazie Mauro, non era nel nostro intento far credere chissà che. Credo che il video, che l’autore ha pubblicato sulla piattaforma Vimeo con la possibilità di essere condiviso, grazie anche alla diffusione che gli abbiamo dato noi con il nostro articolo è stato visto da migliaia di persone che forse ancora non lo avevano visto. Credo che questa sia la cosa più importante senza nulla togliere al lavoro della Fondazione Grosseto Cultura o all’organizzazione della Città Visibile. In tanti in questi giorni ci hanno scritto facendo i complimenti al regista per l’ottimo lavoro che è stato fatto con il corto dedicato a Grosseto. Speriamo di aver contribuito a far conoscere ancora di più il video e il suo autore. Un Saluto

  2. Scritto da mauro papa

    MAI VISTO è una clamorosa inesattezza, visto che il video è stato presentato alla mostra Città Visibile nel 2012, ed era la PRIMA OPERA in visione al Cassero senese, ed è stata divukgata diffusamente nel web ben due anni fa. Saluti, Mauro Papa
    vedi secondo 21 di https://www.youtube.com/watch?v=Wv3rXv1in-Q

    1. Daniele Reali
      Scritto da Redazione

      Ciao Mauro, capisco le tue precisazioni, ma il mai visto si riferiva alla città vista sotto un altro punto di vista e non sul fatto che il video fosse inedito cosa che non abbiamo mai scritto né nel titolo né nell’articolo.
      Un Saluto, Daniele Reali

  3. Scritto da giovanna

    veramente bello

  4. Scritto da Riccardo

    Molto MOLTO bello , vale davvero la pena di essere guardato . E ricordato .