Quantcast

Perquisiscono casa per trovare la droga del figlio e trovano reperti archeologici nascosti dal padre – FOTO

GROSSETO – Il controllo è partito quasi per caso. Ieri sera, verso le 23.30, personale della squadra volanti della Questura stava controllando il territorio. Vicino al centro storico di Grosseto ha visto tre ragazzi che si stavano passando una sigaretta. Alla vista della polizia i tre hanno gettato lo spinello. Gli agenti l’hanno però recuperata e hanno scoperto che era stata riempita di marijuana. Uno di loro ha consegnato ai poliziotti un involucro con altra droga dello stesso tipo. Gli agenti hanno perquisito i ragazzi e nel motorino di uno di loro sono stati trovati altri tre involucri di marijuana (nella foto sopra i reperti sequestrati).

A questo punto è scattata la perquisizione a casa del proprietario del ciclomotore: qui gli uomini delle volanti hanno trovato hashish già suddivisa in dosi, e un bilancino di precisione per pesare la sostanza. Durante la perquisizone però i poliziotti hanno anche trovato e sequestrato numerosi reperti archeologicio, di probabile epoca romana, di proprietà del padre del ragazzo. Padre e figlio sono stati denunciati. Per il ragazzo il reato è detenzione a fini di spaccio.

 

 

Commenti