Quantcast

Fiaccolata per la pace: contro la guerra intonando “Bella ciao”

Più informazioni su

GROSSETO – «Nonostante il maltempo, nonostante la non adesione di alcuni movimenti e partiti politici, la fiaccolata per la Pace di mercoledì sera è riuscita». È soddisfatto il comitato promotore della fiaccolata della pace che si è svolta ieri sera a Grosseto «Tante persone sono scese in strada affianco a partiti di sinistra ed associazioni per dimostrare la loro assoluta contrarietà alla guerra in corso nella Striscia di Gaza ed a tutti i conflitti aperti sui tanti scenari internazionali. La manifestazione ha acceso una luce sul disastro umanitario in corso in Palestina che da settimane sta colpendo un popolo di 1 milione e 800mila persone concentrato in un territorio grande quanto il comune di Manciano».

«La quotidiana morte di centinaia e centinaia di civili, tra cui tantissime donne e bambini, nel silenzio più assoluto dell’opinione pubblica internazionale ed in particolare dei governi europei, tra cui quello italiano, rappresenta tutta la disumanità del nostro tempo – affermano ancora gli organizzatori della fiaccolata -. E proprio contro questa disumanità molti grossetani hanno dato vita ad un lungo corteo che da Piazza Rosselli ha attraversato Corso Carducci intonando “Bella Ciao” per giungere in piazza Dante dove sono state pronunciate parole di solidarietà al popolo palestinese, contro il governo di destra israeliano senza però mai assumere nessun carattere antisemita. Una manifestazione pacifica, per la pace, a Gaza e ovunque rimbombi la guerra. Una manifestazione che, se il genocidio in corso non si interromperà, gli organizzatori intendono replicare coinvolgendo le istituzioni, con la speranza stavolta dell’adesione di altri partiti ed associazioni».

 

Più informazioni su

Commenti