Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Grey Cat torna con la 34^ edizione: il Jazz Festival ancora più ricco

di Lorenzo Falconi —

GROSSETO – Torna in grande stile il Grey Cat. La trentaquattresima edizione del festiva jazzistico propone un panorama davvero interessante che si sviluppa su tutto il territorio, con tante novità. In primis il ritorno di Grosseto, dato che il Comune capoluogo era stato il grande assente della passata edizione, poi l’inserimento di altre realtà limitrofe alla provincia, come Castelnuovo Val di Cecina e Campiglia Marittima. Proprio da Campiglia partirà questa edizione con il concerto di apertura fissato per domenica 3 agosto. «A livello qualitativo il Grey Cat è uno dei più forti festival italiani – spiega il direttore artistico Stefano “Cocco” Cantini -, c’è solo Umbria Jazz superiore, ma per una questione di risorse economiche da mettere in campo. Torniamo a regalare buona musica al territorio, malgrado questo Paese faccia sempre più fatica a trovare spazi culturali. Quest’anno il festival offre opportunità anche ai giovani talenti del jazz italiano, a cui si affiancano le stelle internazionali».

A tutti gli effetti, balza all’occhio la presenza di Dee Dee Bridgewater che si esibirà con il suo gruppo l’11 agosto a Follonica, presso Le Ferriere, oltre a quella del contrabbasso leggendario di Dave Holland, senza dimenticare il violino elettrico di Jean-Luc Ponty. «Il festival abbina questo tipo di progetti, la star internazionale di richiamo e il talento musicale italiano – osserva Gianni Pili, tra gli organizzatori del Grey Cat -. Abbiamo focalizzato l’attenzione proprio sul territorio, mettendo in circolo anche musica fatta da italiani, perché tanti progetti non sono certamente secondari rispetto a quelli di caratura internazionale». Grazie al progetto transfrontaliero denominato “Sonata di Mare”, inoltre, il cartellone del Grey Cat avrà un’importante appendice con quattro concerti che arricchiranno l’offerta musicale. «Quello del Grey Cat è un progetto che trovo in eredità – specifica Barbara Catani, assessore alla cultura del Comune di Follonica -, ma è un onore iniziare il percorso in questo modo. C’è una lunga tradizione musicale che intendiamo rispettare e faremo di tutto, già a partire dalla prossima edizione, per sopperire anche ad eventuali mancanze. Il Grey Cat è un’occasione magnifica per conoscere le sfaccettature musicali del jazz». Molti spettacoli saranno ad ingresso gratuito, mentre per i concerti a pagamento i biglietti variano da 15 a 25 euro.

Ecco di seguito il programma completo della 34^ edizione del Grey Cat Jazz Festival:

Domenica 3 agosto, Rocca di Campiglia Marittima
Bikers duo
Stefano “Cocco” Cantini (sax), Simone Zanchini (fisarmonica, live electrics)

Venerdi 8 agosto, Follonica, Casello Idraulico
omaggio a Katyna Ranieri “la voce del golfo”
Valentina Toni (voce), Augusto Ferretti (piano), Michelangelo Scandroglio (basso), Marco Ronconi (batteria), Gianni Rubolino (sax)

Sabato 9 agosto, Castello di Scarlino
Marcotulli, Girotto, Biondini “variazioni sul tema”
Rita Marcotulli (piano), Javier Girotto (sax), Mauro Biondini (fisarmonica)

Domenica 10 agosto, Castelnuovo Val di Cecina, Villa Ginori Conti
Francesco Cafiso duo
Francesco Cafiso (sax), Mauro Schiavone (piano)

Lunedi 11 agosto, Follonica, Le Ferriere
Dee Dee Bridgewater
Dee Dee Bridgewater (voce), Theo Croker (tromba), Irwin Hall (sax, flauto), Kassa Overall (batteria), Eric Wheeler (basso), Michael King (piano)

Martedi 12 agosto, Castiglione della Pescaia, vie del centro
Large street band

Venerdi 15 agosto, Follonica, Teatro all’aperto Le Ferriere
Jean Luc Ponty & his band
Jean Luc Ponty (violino), William Lecomte (tastiere), Guy Akwa Nsangué (basso), Damien Schmitt (batteria)

Sabato 16 agosto, Gavorrano, Teatro delle Rocce
Dave Holland trio feat. Eubanks/Harland
Dave Holland (contrabbasso), Kevin Eubanks (chitarra), Eric Harland (batteria)

Domenica 17 agosto, Follonica, Casello Idraulico
Daniele Nannini “Ideofunk”
Alessio Buccella (piano), Daniele Nannini (basso), Cesare Manetti (batteria), Luca Gelli (chitarra)

Domenica 18 agosto, Orbetello, Piazza Giovanni XXIII
Wind String quartet
Giulio Stracciati (chitarra), Mirco Mariottini (sax), Guido Zorn (contrabbasso), Paolo Corsi (batteria) e con Roberto Rossi (trombone)

Martedi 19 agosto, Grosseto, Parco di Pietra di Roselle
Living Coltrane, con Enrico Rava
Stefano “Cocco” Cantini (sax), Ares Tavolazzi (contrabbasso), Piero Borri (batteria), Francesco Maccianti (piano) e con Enrico Rava (tromba)

Mercoledi 20 agosto, Monterotondo, Piazza Casalini
Alessandro Lanzoni trio
Alessandro Lanzoni (pianoforte), Matteo Bortone (contrabbasso), Enrico Morello (batteria)

Concerti nell’ambito del Progetto Transfrontaliero Italia Francia “Marittimo” – Sonata di Mare:

21 agosto, Sassofortino, Parco Fonte di Vandro
Quadrante Mimmo Mollica
Meets The Band & Breakfast
Mimmo Mollica (voce, armonica), Nico Pistolesi (voce, piano), Gaetano Cavicchioli (basso), Walter Martino (batteria)

22 agosto, Follonica, Teatro Estivo le Ferriere
Mistico Mediterraneo
Paolo Fresu (tromba), Daniele Di Bonaventura (fisarmonica), coro A Filetta: Jean-Claude Acquaviva, Jean Sicurani, Paul Giansily, Maxime Vuillamier, Jean-Luc Geronimi, Ceccè Acquaviva

Sabato 23 agosto, Massa Marittima, Piazza Garibaldi
7 modi
Stefano “Cocco” Cantini (ideazione, direzione e sax), Francesco Petreni (batteria), Raffaele Toninelli (contrabbasso), Andrea Lagi (tromba), Valentina Toni (voce), Aldo Milani (sax e flauto), Enrico Rustici (ottavatore), performance e danza coordinate da Cristina Riparbelli, sp. guest Antonello Salis (fisarmonica e tastiere), di Jerome Casalonga (voce).

Domenica 24 agosto, Castello di Scarlino
Opus-lavoro di donna, gioco di bambino
Simone Sorini (progetto, regia, voce, liuti), Tony Casalonga (scenografia e progettazione) Claudia Viviani (alchimia), Clio Gaudenzi (danza), Zamballarana (musica originale corsa), A Cumpagnia (musica tradizionale corsa), Gruppo A Briga’, Zampognorchestra, Andrea Cerasoli (chitarra), Vincenzo Rito Liposi (basso), Marella Mazzocchi (ghironda)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.