Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Estate di successo per lo Studio Enterprise: doppiatori maremmani sempre atttivi

GROSSETO – Non va in vacanza lo Studio Enteprise, perché per la scuola di teatro e doppiaggio diretta da Alessandro Serafini, continua a togliersi soddisfazioni anche in estate. Le ultime in ordine di tempo riguardano altre due chiamate, nei turni professionali, degli allievi maremmani. Prima volta per Leonardo Piccoli, ventenne chiamato al debutto da Fabrizio Pucci. L’esordio del giovane doppiatore nel mondo del professionismo è avvenuto presso gli studi Margutta digital international di Roma, su di un attesissimo film per il cinema dal titolo “Necropolis, la città dei morti”. Seconda chiamata nel giro di pochissimo tempo, invece, per Enrico Spina che dopo aver risposto a Gino La Monica, ha prestato la voce al film per la tv “Million Dollar Arm”, questa volta sotto la direzione di Fabrizio Pucci. Il celebre doppiatore romano, voce italiana di Russell Crowe, Hugh Jackman, Brendan Fraser e molti altri, da anni è docente dello Studio Enterprise, un aspetto che agevola la crescita degli allievi e anche le eventuali chiamate nei turni professionali.

In questo anno accademico il successo della scuola grossetana è stato senza precedenti, con ben 8 allievi in grado di partecipare a produzioni cinematografiche o televisive, ovvero: Martina Cornacchia, Chiara Lippi, Chiara Faenzi, Diego Andrea Giuliani, Luisa Paradiso, Riccardo Checchin, a cui si aggiungono Enrico Spina e Leonardo Piccoli. Un numero in continua crescita, se si considera che nei precedenti tre anni accademici, lo Studio Enteprise aveva fatto debuttare 10 allievi. Tutto questo mentre l’estate avanza, anche se allo Studio Enterprise si pensa già alla data dell’1 settembre, in cui riapriranno le iscrizioni e ci saranno nuove opportunità per chi insegue un sogno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.