Cani bagnino: ecco una risorsa in più per la sicurezza in spiaggia – FOTO foto

di Lorenzo Falconi —

MARINA DI GROSSETO – E’ stata un’esercitazione di successo davanti ad una folla di bagnanti che si è riversata sulla battigia per assistere ai salvataggi in acqua dei cani bagnino. Circa 12 le sequenze mostrate al pubblico, composto principalmente da curiosi e bambini, con varie tipologie di salvataggio: dalla persona in difficoltà, ma cosciente, a quella priva di sensi, passando per altre situazioni, come il surfista sulla tavola, oppure più emergenze contemporanee da affrontare in acqua. Così, la Protezione Civile Società Nazionale di Salvamento, sezione di Follonica, ha dato una dimostrazione delle potenzialità e di utilizzo dei cani bagnino lungo il litorale di Marina di Grosseto, facendo tappa allo stabilimento La Gondoletta.

«Quella dell’utilizzo dei cani è una risorsa in più che si aggiunge alle altre messe a disposizione in termini di sicurezza – spiega Andrea Porzio, comandante della Guardia Costiera di Marina di Grosseto -. Ci potrebbe essere la possibilità che, già dal prossimo anno, questa risorsa venga inserita nel piano annuale di salvamento. Quella di stamani è stata un’esercitazione suggestiva, ma anche a livello operativo, il binomio uomo-cane, riesce a fare grandi cose per quanto riguarda il salvataggio in acqua». All’esercitazione hanno partecipato tre golden retriever, due terranova e un labrador. Dafne, una dei due terranova, vanta all’attivo due salvataggi in mare, effettuati a Castiglione della Pescaia e Baratti.

Commenti