Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Semproniano riscopre l’antica tradizione della trebbiatura a fermo

Più informazioni su

SEMPRONIANO – Semproniano,  piccolo borgo medievale nel cuore della Maremma con le sue botteghe ed i suoi ristoranti,  si propone come centro strategico della biodiversità e di una agricoltura sostenibile per diventare il punto di riferimento per il cibo che fa bene alla salute.
La Piazzoletta, Associazione Culturale e Slow Food Condotta di Pitigliano e Colli di Maremma organizzano, con il patrocinio del Comune di Semproniano, la quarta edizione della rievocazione della trebbiatura a fermo, un evento che ha il sapore dei tempi passati dove i grani venivano coltivati in modo rispettoso, seguendo regole antiche.

Ed è proprio con questo spirito che l’Associazione La Piazzoletta sta portando avanti un progetto dal nome evocativo ‘La memoria dei semi’ che ha lo scopo di recuperare le antiche sementi e le tecniche di coltivazione a rotazione.

Visto il successo del progetto, La Piazzolezza e Slow Food organizzano, per il giorno 26 luglio alle ore 10 nella sala consiliare,  un convegno dal titolo “Agricoltura, il recupero dei grani antichi a Semproniano ed in Maremma”  al quale interverranno il Prof. Benedettelli – Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agroalimentari e dell’Ambiente dell’Università di Firenze; il Vice Presidente Slow Food  Italia Lorenzo Berlendis;  il Vice Presidente Slow Food Toscana Massimo Bernacchini; il Dott. Mario Locatelli Direttore delle Gestioni Agricole di Terre Regionali Toscane e Alberto Frattini del Centro Studi Naturopatia e Alimentazione Naturale Cesnan.

Sabato tutti a cena nei ristornati di Semproniano per assaggiare i cibi preparati con le farine di grani antichi. Domenica tutti a pranzo a degustare i piatti preparati con i prodotti locali della biodiversità. Per l’occasione saranno allestiti stand dove i produttori di ‘Cibo in Condotta’ faranno assaggiare le loro prelibatezze. I giochi di un tempo come il tiro  alla fune, il tiro con i ferri di cavallo e con la fionda concluderanno la manifestazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.