Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In centro a piedi: la ‘rivolta’ dei commercianti. Crescono le adesioni contro la pedonalizzazione foto

Più informazioni su

di Daniele Reali —

GROSSETO – Prosegue l’iniziativa promossa da residenti e commercianti del centro storico contro l’ormai nota delibera che istituisce l’estensione delle aree pedonali in centro per i fine settimana. Alla raccolta di firme partita propri in questi giorni e pubblicizzata sui due gruppi Facebook, nati per protestare contro la decisone dell’amministrazione comunale, si è aggiunta anche l’adesione dei commercianti che chiedono un “dietrofront” al comune.

In pochi giorni gli esercizi commerciali che si sono schierati con i residenti e contro la pedonalizzazione sono già molti. Di questi 14 hanno dato la propria disponibilità per la raccolta di firme e proprio in queste ore è stata pubblicata in rete una mappa che mostra quali siano i punti di raccolta e i ‘contrari’ all’iniziativa di sperimentazione che a breve partirà e che riguarderà il centro storico di Grosseto.

L’ordinanza prevede che dalle 20 di venerdì alle 24 di domenica, in un periodo di tempo che arriverà per il momento al prossimo 31 ottobre, non si possa più parcheggiare nella cerchia interna del centro e in particolare i due zona, parte di via Mazzini e piazza del Sale e piazza della Palma (oggi piazza Pacciardi), non si possa neanche circolare. Due zone rosse che in questi giorni stanno creando un movimento di protesta che sta già coinvolgendo diverse attività commerciali tra bar, ristoranti, negozi di abbigliamento e altro.

Una lista, quella dei commercianti contrari alla pedonalizzazione che sta crescendo di giorno in giorno per manifestare il proprio dissenso.  Tra le iniziative dei promotori della raccolta di firme anche l’apertura di una casella di posta elettronica dove poter inviare suggerimenti, consigli e adesioni: nopedonalizzazionegr@gmail.com. Da segnalare che le varie attività che hanno già dato la propria adesione sono dislocate un po’ in tutto il centro storico a dimostrare un disagio che non riguarda strettamente le zone rosse dove il divieto è completo, ma tutta l’impostazione della scelta operata dagli amministratori. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.