Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caos parcheggi a Marina, da Confcommercio un solo appello: «Fate presto» foto

GROSSETO – «Che la storia dei parcheggi in via delle Colonie sia una farsa non lo dice solo Confcommercio: lo dicono tutti, imprenditori, turisti, cittadini. La soluzione realizzata dopo oltre tre mesi di inutili ed infruttuose discussioni è inadeguata e insufficiente. Tre mesi per disegnare quattro strisce in terra e riportare un po’ di ghiaia qua e là». Il direttore di Confcommercio Paolo Coli, dopo aver preso atto di quanto dichiarato dall’assessore Giuseppe Monaci, ha avuto un solo commento: «Fate presto. Se davvero c’è la volontà di trasformare in parcheggi quelle aree fatiscenti dietro alle colonie, va fatto subito. Domani. Non si può pensare che gli imprenditori continuino a perdere clienti e che i loro ospiti non trovino nessuna possibilità di parcheggio».

Coli, su questo argomento, è categorico: «Siamo stati convocati tre mesi fa e abbiamo espresso con chiarezza il nostro punto di vista. Innanzi tutto si era parlato di parcheggi a lisca di pesce su via Delle Colonie, invece sono stati realizzati quasi esclusivamente a nastro. Poi avevamo richiesto di valutare rapidamente altre aree, tra cui le ex colonie. Era evidente che sarebbero stati necessari degli spazi aggiuntivi per compensare il gran numero di posti perduti, ma siamo ancora qui a parlarne. Ma il Comune si rende conto che siamo a luglio?».

Il direttore di Confcommercio conclude: «Se c’è davvero la volontà di risolvere il problema servono risposte concrete e rapide, anzi immediate. Ora vogliamo una convocazione ufficiale, vogliamo sapere cosa sta facendo il nostro Comune e con quali tempi intenda muoversi. Vogliamo dare risposte ai nostri imprenditori, prima che le loro aziende vengano definitivamente compromesse da questa situazione incredibile e grottesca». Inoltre Marina di Grosseto è stata invasa da decine, centinaia di venditori abusivi di ogni bene, oggetto o servizio. Sulla spiaggia i pochi turisti sono continuamente fatti oggetto di richieste e pressioni. I mercatini di pseudo antiquariato o di pseudo opere dell’ingegno prolificano a danno dei commercianti di vicinato. «Ma i nostri amministratori hanno veramente a cuore le sorti della nostra Marina?». Per Confcommercio e per molti turisti sembrerebbe proprio di no.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.