Grazie alla piattaforma telematica più semplice per le imprese fare affari con la pubblica amministrazione

GROSSETO – Con il Mepa, la piattaforma telematica per gli acquisti, sarà più facile per Piccole e medie imprese e Startup (già 86 le imprese maremmane abilitate) lavorare e vendere alla Pubblica amministrazione. Le cifre si attestano al di sotto della soglia comunitaria di 134mila euro per le strutture centrali e 207mila per le amministrazioni locali.

Il 15 luglio entrano in vigore le nuove regole che disciplinano l’accesso e l’operatività sul Mepa; le principali novità possono essere così riassunte:

•  eliminato il requisito di capacità economico finanziaria per le imprese che si abilitano, con tale misura si è agevolato l’accesso delle micro imprese e delle startup che difficilmente avrebbero raggiunto il requisito richiesto nei primi anni di attività;

•  graduale eliminazione del requisito della pubblicazione del catalogo,  tale possibilità sarà disciplinata a livello di singolo bando, per dare la possibilità alle imprese di implementare, più semplicemente e con minori rischi, la propria strategia commerciale.

Sono state infine abilitate alla partecipazione le micro imprese, le Reti di impresa e gli aderenti ad associazioni di tipo non ordinistico, e quindi anche chi svolge un’attività professionale non organizzata.

Di conseguenza, tutte le aziende interessate, potranno più agevolmente iscriversi e abilitarsi alla vendita di beni e servizi alla Pubblica Amministrazione, attraverso il Mercato elettronico della P.A. (Mepa), la piattaforma telematica che Consip gestisce per il Mef), e operare con maggiore facilità.

La CNA di Grosseto, da sempre attenta ai problemi dell’innovazione e alle opportunità che il mercato, in particolare quello telematico, offre alle imprese, ha realizzato, su questo tema, numerose e partecipate iniziative.

Buona la presenza della Maremma sul mercato telematico: sono 86 le imprese maremmane iscritte al Mepa, e molte di queste si sono si sono avvalse della consulenza e della collaborazione dell’Associazione.

Il numero delle imprese toscane iscritte, infatti, non raggiunge le 1.700 unità (1.680 per l’esattezza).

Per tutte le informazioni necessarie, come sempre, gli uffici dell’Associazione sono a disposizione degli interessati.

 

 

 

Commenti